De Feo: “Ho vissuto malissimo il ritiro in estate. La Lucchese mi rivuole, ma sono del Siena”

Su Antennaradioesse, durante la trasmissione Mercoledì Robur, ha parlato l’attaccante della Lucchese, ma di proprietà Robur, Gian Marco De Feo. “Chi vince domani? Non lo so, sono scaramantico. Sarà una bella partita, per me un po’ più particolare. Darò tutto me stesso, anche se non devo dimostrare niente”.

Estate – “In ritiro, dopo 2-3 giorni, mi hanno detto che non rientravo più nei piani. Mi sono guardato intorno, ci stavano anche ripensando ma hanno fatto altre scelte. Anche Gigi Silvestri, Masullo, D’Ambrosio, Mendicino hanno ricevuto gli stessi discorsi. Sono andato via in prestito perché avevo un altro anno. Sapevo che era un anno in cui potessi esplodere e il Siena mi ha deciso di tenermi sotto contratto”.

L’anno scorso – “Nonostante qualche scivolone, abbiamo fatto il nostro campionato e con il regolamento attuale avremmo fatto i playoff. A Siena mi sono trovato bene, Portanova era un idolo, ma qui mi sento più importante e ho trovato continuità”.

Carboni – “Con lui ho avuto un rapporto particolare. Diceva di vedere le mie qualità, però poi faceva altre scelte”.

Lucchese – “All’inizio ho fatto l’esterno d’attacco, poi ceduti Terrani e Forte sono stato impiegato come punta nel 3-5-2, lo sento meno mio ma mi trovo bene. Galrderisi mi ha sempre coccolato, Lopez è un po’ più rigido ma è bravo anche lui”.

Futuro – “A Siena mi hanno mandato via, non è una cosa facile. Mi è dispiaciuto per quello che è successo, il ritiro l’ho vissuto malissimo. Però vediamo, ci penserà il mio procuratore che ho cambiato. A Lucca stanno cercando di tenermi”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol