De Feo: “Chiedo scusa ai tifosi del Siena, forse ho esagerato. Non mi aspettavo il trattamento ostile in campo”

Queste le dichiarazioni dell’uomo partita Gianmarco De Feo:

La gara – “Non mi aspettavo una serata così, adesso dobbiamo pensare a queste ultime tre finali. C’è stato l’episodio del rigore che ci ha un po’ aiutato. Eravamo molto compatti, abbiamo fatto un bel calcio, è una vittoria meritata. Il rosso di Freddi? Ho sentito un botto, non ho visto però. Il rigore penso ci sia, peccato che Melonghi me l’abbia rubato, potevo entrare in doppia cifra”.

I gol – “Ho chiesto scusa il primo gol, poi non mi aspettavo gli insulti. L’anno scorso ho dato un bel contributo, mi dispiace. Sul secondo gol credo di aver esagerato ma devono capire la situazione. Non era mia intenzione andar via. Mi ha mandato via. Coi tifosi mantengo un ottimo rapporto, chiedo scusa, se ho offeso qualcuno, non mi era intenzione”.

Marotta – “Ha avuto la stessa cosa mia, degli insulti dalla tribuna, e ha fatto il gesto dopo il gol. Lui è un grande attaccante, mi aveva già impressionato in ritiro. Il Siena ha un grande potenziale in avanti, anche Bunino. Però c’è qualcosa che non gli gira. E’ una piazza importante, i tifosi si stanno allontanando ma gli auguro il meglio”.

Parole pesanti – “In campo non c’era nessuno con cui avevo giocato l’anno scorso, ho sentito parole brutte e pesanti da qualche giocatore che non mi aspettavo, ma non mi interessa. A giugno valuteremo, sono del Siena, c’è anche la lucchese in mezzo e altre soluzioni”.

(G.I.)

Fonte: Fol