D’auria: Quella trascorsa in bianconero è stata una delle stagioni più belle

Gianluca D’Auria, ex bianconero e attualmente alla Carrarese, ha rilasciato un’intervista a Angela Gorellini de La Nazione, parlando del suo passato in bianconero e della partita in programma giovedì prossimo.

«Se il Siena si fosse iscritto quella chiamata della Carrarese probabilmente non sarebbe arrivata, avevo un altro anno di contratto e sarei voluto rimanere a lungo. Quella trascorsa in bianconero è stata una delle stagioni più belle della mia piccola carriera, il dispiacere è per come sia andata a finire: prima il Covid che ha interrotto il campionato a 11 giornate dalla fine, in cui avrei potuto fare anche di più, poi tutto il resto. Ma al di là dell’aspetto calcistico, in città sono stato benissimo e quando ho un attimo di tempo, abitando lì mio zio, torno. Giovedì sarà un’emozione incontrare la Robur. Sarà una gran bella partita tra due squadre forti. Il Siena, nell’ultimo periodo, ha ottenuto ottimi risultati, dimostrando di avere qualità. Noi vogliamo rifarci dalla sconfitta di Pistoia, arrivata dopo 12-13 risultati utili. Abbiamo perso male e vogliamo dimostrare chi siamo. Il nostro obiettivo è la salvezza, ma sono sincero: per come vedo la squadra lavorare, per le potenzialità dei nostri giovani, i play off sono alla portata. Ma intanto raggiungiamo i 40 punti. A Carrara c’è anche Niccolò Giannetti, appena è arrivato ha detto di ricordarsi di me, perché ha sempre seguito i bianconeri, in particolare quell’anno. Capita di parlare di Siena, è normale. I tifosi del Siena li ringrazierò per sempre, per come mi hanno accolto e per la vicinanza dimostrata. Auguro alla Robur di tornare il prima possibile nelle categorie che le competono. Chi vincerà il campionato? Credo che il Modena sia più squadra, ma ho la sensazione che la spunterà la Reggiana».

Fonte: FOL