Dallo Juventus Stadium: Conte e Pogba

Antonio Conte: "Abbiamo avuto un buon approccio alla partita. Ho grande rispetto per il Siena che ha tutte caratteristiche tecniche e fisiche per salvarsi. Abbiamo affrontato una squadra in salute recentemente ha ottenuto vittorie prestigiose. Oggi non era una sfida facile e ho cercato di tenere alta la tensione: non posso che dire bravi ai ragazzi che hanno giocato con il giusto atteggiamento. I fischi? Non mi piace questa cattiva abitudine che ha preso lo Juventus Stadium. Non mi riferisco solo a Giovinco, ma anche quelli fatti a ogni appoggio sbagliato. In un anno e mezzo questa squadra ha fatto grandi cose e restituito il senso d'appartenenza ai tifosi. Chi fischia non è un tifoso, ma uno pseudo tifoso, e non mi riferisco alle Curve. Oggi doveva esserci una bolgia e invece era una 'bolgina'. Sì, va beh… c'era la neve…".

Paul Pogba: “Sono contento per questo successo e della mia prova: il mio compito è farmi trovare pronto quando arriva la chiamata del mister. Non mi importa però della maglia titolare, per me al primo posto viene la squadra. L'importante è che la squadra vinca. I miei cinque gol? Spero ne arrivino altri e soprattutto che portino tre punti. Il mister mi dice sempre di tirare da fuori, di provarci sempre. Per chi è la rete di oggi? Per la nipote del mio agente che è molto malata”. (a.go.)

Fonte: Fedelissimo on line-Sky