Dall’azzurro al bianconero, che la gioia continui

Ma quanto è bello vincere? Bello, bellissimo, inebriante. La Nazionale di Mancini ci ha regalato questo sogno e tutta l’Italia è esplosa di gioia e di soddisfazione, perché battere l’arroganza e l’anti sportività degli inglesi (ampiamente manifestata a fine partita e durante la premiazione) non ha prezzo. Ancora una volta la tecnica ha vinto sulla fisicità e la testa sui piedi. Elementare Watson, ma ogni tanto ci vuole chi lo ricordi. Nella notte in cui è esplosa la festa azzurra tutti ci siamo stretti intorno al Tricolore, dimenticando per qualche ora i colori che ogni tifoso ha dentro, scolpiti sul cuore, dipinti sulla pelle. Vedere sventolare quelle bandiere è stato emozionante, ma non nascondo che più volte, nella mia testa, non ho visto solo i colori dell’Italia, ma tante tantissime bandiere bianconere.  Si perché la grande Italia è di tutti, ma il Siena è solo nostro! Ho sofferto per l’Italia e sono veramente felice, ma ora vorrei raggiungere la stessa gioia con il Siena, perché vincere è bello, troppo bello. L’Italia di Mancini ha costruito il suo trionfo dalla base, da scelte chiare e importanti, dopo un periodo nero. Così sta facendo il Siena, che si sta muovendo con grande determinazione. Per tirare fuori le bandiere è ancora presto, ma la nuova stagione è già iniziata e nel migliore dei modi. Sperare non costa niente, ma se ci crediamo e il lavoro andrà avanti, sarà più facile. (NN)

Fonte: FOL – foto Sienanews