Dalla zona mista: mister Sannino

"I protagonisti sono sempre loro, i ragazzi. La partita al di là del risultato è stata difficile: dopo che abbiamo fatto gol ci sono stati dieci minuti in cui non siamo stati aggressivi come volevo, ma penso che alla fine per quello che si è visto in campo ce la siamo meritata. È un risultato importante, che ci permette di andare con serenità a Novara. Tutte le partite sono importanti: il Siena non fa un campionato a parte e deve cercare di rubare parti da tutte le parti. Dico rubarli perché non sempre puoi meritarli, ma l’importante è sempre muovere la classifica. Il fatto di aver vinto gli scontri diretti fa piacere, ma personalmente ripenso sempre al pareggio di Palermo, dove potevamo fare di più. Se noi giochiamo partite con la stessa intensità, accortezza e acume tattico di oggi o come con il Cagliari, il Lecce o la Juventus potremo toglierci delle soddisfazioni. Mi auguro che i ragazzi sappiano dimenticare velocemente le cose belle e ricordare quelle meno belle per stare con le antenne sempre dritte. La classifica non la guardo adesso, ma solo a fine anno. Pensando a Novara, sicuramente qualcosa cambierò, ma anche in vista della gara di domenica prossima col Chievo. Non avremmo tra viaggio e orario della gara la possiblità di recuperare i giocatori e poterli avere freschi e per questo devo pensarci bene. Giocando a mezzogiorno e mezzo faremmo a livello di orari quello che sarà domenica anche un giorno prima. Ma se giochiamo alle 12.30 vuol dire che il Siena è in serie A". (Luca Casamonti)