DALLA ZONA MISTA: I BIANCOROSSI

Giampiero Ventura: “Il primo tempo, nonostante le emergenze, siamo stati il vero Bari, abbiamo giocato in maniera fluida, alla fine siamo rientrati negli spogliatoi meritatamente in vantaggio, semmai con il rammarico di aver segnato un solo gol in più del Siena. Poi è difficile fare un’analisi del secondo tempo: la squadra è sparita, c’è da capire perché. Sono deluso, anche se eravamo in emergenza e chi deve tirare il fiato non può farlo. Il dispiacere è per aver perso punti que e contro il Livorno, ma il nostro rimane comunque un grande campionato. La possibile riaperttura del processo Caliopoli? Qualunque cosa dici c’è sempre una controparte che ribatte. Sarebbe stato meglio evitare o perlomeno che tutto finisse tempo fa con la Juventus. Stiamo dando una terribile immagine di noi. Il campionato? Ho sempre detto che consideravo l’Inter la squadra più forte, la favorita e la Roma la squadra con più qualità. Dopo la sconfitta dei nerazzurri con il Cska ho cambiato idea: ora è la Roma la squadra che vedo più vicina allo scudetto”. 

Leonardo Bonucci: “C’è poco da commentare: abbiamo giocato soltanto il primo tempo, poi abbiamo abbassato il baricentro e il Siena ha trovato due gol seppur fortunosi. E’ stata una metamorfosi difficile da spiegare, forse abbiamo pensato di avere già la vittoria in tasca al rientro negli spogliatoi, quando invece avevamo ancora quarantacinque minuti da giocare. Le assenze? Non dobbiamo e non possiamo prenderle come alibi”.

Riccardo Allegretti
: “Per noi è davvero il massimo aver raggiunto la salvezza a dieci giornate dalla fine. Ora però dobbiamo stare attenti a non perderci. I due ex Masiello e Belmonte? Stanno facendo molto bene. Andrea ha giocato praticamente tutta la stagione, Nicola ha trovato spazio dopo l’infortunio di Ranocchia. Sono due giovani che potranno fare molto bene”. (a.go.)

Fonte: Are-Fedelissimo on line