“Dalla Tribuna” di Fabio Cannoni

“Che domenica bestiale, la domenica con te” sono le parole di una famosa canzone di Fabio Concato che rispettano bene quella vissuta dai tifosi bianconeri al Rastrello contro il Rimini.
Una domenica entusiasmante con un Siena entrato in campo aggredendo l’avversario fin dal primo minuto e… concretizzando la sua superiorità dopo appena sei minuti di gioco grazie ad una pennellata di Burrai per la testa di Bonazzoli.
Ma indipendentemente dalla prova dei singoli è da elogiare tutta la compagine bianconera per la fluidità della manovra con un centrocampo molto mobile che ha creato molte occasioni favorevoli e ha favorito al meglio la coppia di attaccanti schierata da mister Atzori. La difesa, Portanova in testa, si è dimostrata ancora una volta perno fondamentale di questa squadra concedendo ai romagnoli, nel periodo a loro più favorevole nel secondo tempo, solo alcuni traversoni sui quali il nostro giovane portiere ha di nuovo dimostrato la sua tranquillità e sicurezza.
A completare l’opera anche l’importante inserimento di nuovi protagonisti nella squadra e il miglioramento delle condizioni fisiche di alcuni elementi hanno fatto sì che al termine della gara i bianconeri siano stati giustamente salutati da un lungo applauso da ogni settore dello stadio.
Rastrello che poteva davvero esplodere se fosse entrato in porta quel tiro scagliato da Bonazzoli dalla linea centrale del campo sul quale il portiere del Rimini avrebbe potuto fare ben poco. Una perla che non si sono potuti godere quei tifosi che, preferendo il divano di casa al rischio dell’ombrello, hanno disertato lo stadio. Auspichiamo che serva da lezione per le prossime gare e che tutti quei posti vuoti, ieri molto evidenti, vengano finalmente riempiti.
Ora ci attendono due trasferte consecutive a cominciare da sabato contro il Santarcangelo dove, come ha dichiarato nel dopogara il presidente Ponte, ci sono tutte le premesse per confermare questo bel momento dei bianconeri. Speriamo quindi che oltre ad una piadina accompagnata da un buon bicchiere di Sangiovese o di Albana, i tifosi al seguito possano festeggiare ancora una bella prova dei nostri ragazzi.
Passando poi alla seconda parte che riguarda il “mi ricordo che“, devo essere sincero, a meno che non esistano tracce negli archivi lontani nel tempo, non ho memoria di precedenti incontri tra il Siena e il Santarcangelo. L’unica reminiscenza, scrutando tra gli uomini che compongono la “rosa” degli avversari, è riservata a un giocatore che di cognome fa Guidone: egli ci ricorda un amico e tifoso bianconero a tutto tondo (sfegatato non solo per la Robur ma anche per la Juventus) che spero, come tanti altri, possa seguire da lassù le gare dei bianconeri.
Alla prossima. 

Fabio Cannoni

Fonte: www.robursiena.it