DALL’OLIMPICO: I GIOCATORI

Simone Vergassola: “Faccio sempre gol in stadi importanti? Spero dalla prossima partita di farne anche in casa e importanti…: segnare gol inutili è un peccato. La Roma è una grande squadra, ci ha messo in difficoltà, ma noi dovevamo sfruttare meglio le ripartente: potevamo chiudere la partita. Curci ci ha salvato due volte, non è servito: se non segni quando puoi rischi di perdere al 89’ come è successo oggi. Per vincere bisogna fare una rete in più degli avversari. Purtroppo abbiamo dei limiti, siamo questi. non possiamo sempre parlare di sfortuna.. Ekdal e Jajalo? Sono giovani e stanno facendo bene, ma siamo una squadra, tutti sulla stessa barca, dobbiamo dare tutti qualcosa in più. Sarà difficilissimo, ma dobbiamo crederci ancora. Malesani in bilico? Solo pensarlo sarebbeuna follia, ha fatto un gran lavoro da quando è arrivato: il Siena ora ha una sua identità, esprime il suo gioco. Dobbiamo seguirlo e fare meglio. Dovremo lottare su ogni pallone fino all’ultimo minuto. perché finché ci sono i punti in palio dobbiamo provarci”.

Gianluca Curci: “Dispiace tantissimo, perdere così. Quando ti capitano certe occasioni, però, devi sfruttarle. Perché se non vai in vantaggio, gli avversari ti puniscono. Della prestazione di oggi dobbiamo farci forza: se giochiamo così contro la seconda in classifica è impensabile mollare. I fischi che mi ha rivolto l’Olimpico? Mi dispiace, perché qua a Rome sono cresciuto. Ma non mi sono preso nessuna rivincita: gioco nel Siena e scendo in campo per questa maglia. Tutta la squadra è migliorata, non solo difesa. Dall’arrivo di Malesani abbiamo sbagliato solo con la Fiorentina, per il resto ce la siamo sempre giocata. La squadra c’è, dobbiamo rimboccarci le maniche. L’arbitraggio? Sono cose che non mi riguardano, su questo deve parlare società o chi di dovere. Le voci di mercato su di me? Io sto bene qua e sono tranquillo”.

Massimo Maccarone: “E che dobbiamo fare… Quest’anno è così. Abbiamo giocato una grandissima partita, dispiace perché avremmo potuto sfruttare qualche contropiede in più. A fine gara eravamo nervosi, abbiamo preso  gol a due minuti dalla fine con una grandissima giocata, come lo è stata anche la rete di Riise. Prendiamo sempre gol alla fine, se le partite durassero 80 minuti, avremmo almeno 10 punti in più. Ci sta anche di perdere con la Roma, al novantesimo, ma perdere così, brucia, tanto. Curci è stato bravissimo, lui, come tutti noi, aveva voglia di portare a casa punti. Ma non dobbiamo mollare, perché dopo una partita come quella dio oggi non possiamo farlo. Se mi aspetto un nuovo compagno di reparto? Il problema non è questo, abbiamo fatto 23 gol, il problema è che non ci gira mai la fortuna, perdiamo partite allucinanti che non meritiamo di perdere”.

Aleandro Rosi: ‘E’ un periodo veramente sfortunato. E’ un mese che va avanti così. Giochiamo bene, uniti, compatti e poi perdiamo la gara negli ultimi minuti o per colpa di episodi. Pensare che anche oggi abbiamo avuto un paio di occasioni in contropiede per vincere”

Stefano Okaka: “E’ stata una bella soddisfazione poter correre sotto la Curva dai i tifosi che mi hanno sempre voluto bene. Le vittorie più belle le abbiamo sempre conquistate alla fine. Anche oggi abbiamo giocato una buona partita, grazie alla convinzione nostri mezzi e ai tanti giocatori che lottano per la causa”. (a.go.)

Fonte: Sky-Are-Fedelissmo on line