DALL’OLIMPICO: I DUE ALLENATORI

Alberto Malesani: “Una squadra che si esprime così non può essere in una posizione di classifica tanto deficitaria. Il rimedio? Continuare su questa strada. Purtroppo l’errore è sempre lì: anche oggi, pensando di vincere, è arrivato un cross dai lati, un colpo di tacco e gol. Non puoi concedere un colpo di tacco in questa maniera. Io credo che il reparto stia pagando il peso che ha avuto il tanto parlare di Portanova. Tutte le voci su Daniele hanno condizionato l’ambiente. Portanova è un giocatore fortissimo e l’avrei anche avuto. Sfatiamo anche questo. Ma non verrà e a questo punto dobbiamo soltanto rinfrescare. Allenarci forte, non pensare più a chi non c’è. Oggi si poteva vincere o portare via un pareggio… Serve serenità in quel reparto. Malagò ha dimostrato che è sereno e se sei sereno sbagli poco. Lui è nato centrale e lo sa fare, con grinta cattiveria ed esperienza. Domenica recupereremo anche Cribri e Brandao. Curci l’ho visto più sereno e questo è un buon segnale. Ha fatto ottime parate: questo è il Curci che conosciamo. Spero che da qui in avanti possa continuare così. Potevamo sfruttare dei contropiede, è vero, ma il problema maggiore è che non dobbiamo prendere gol. Mezzaroma ha dato entusiasmo alla squadra, sta lavorando per rinforzarci, la prossima settimana saremo più forti e granitici di adesso. Pronti alla finale che ci aspetta in casa con la Sampdoria, una squadra in forma che ci chiamerà a una grande prova. Credo nel miracolo”.

Claudio Ranieri: “Sapevamo delle difficoltà della gara, in settimana lo avevo detto. Eravamo troppo sicuri e invece abbiamo sofferto e preso gol sugli sviluppi di una palla inattiva. Il nervosismo non cvi ha fatto trovare le giuste geometrie e il Siena è stato pericoloso in contropiede. Ma questa Roma è una squadra è una squadra che vuole a tutti i costi scalare la classifica, che lotta fino alla fine. Dopo un inizio difficile di campionato”. (a.go)

Fonte: Sky-Are-Fedelissimo on line