Dall’Olimpico: Giuseppe Sannino

Giuseppe Sannino: “Sono contento perché abbiamo fatto qualcosa di speciale e lo sono soprattutto per i ragazzi. Se siamo qua a festeggiare il merito è loro. Non è stato semplice ma ci hanno buttato idee, testa e cuore. Senza la passione vai poco lontano. All'inizio abbiamo dovuto capirci, poi ci siamo conosciti ed è nato qualcosa di importante. Il futuro? Quello che capiterà, capiterà. Intanto pensiamo a finire la stagione, poi bisognerà capire dove siamo e da dove vogliamo ripartire Ringrazio chi mi ha voluto, chi ha creduto nel mio modo di interpretare il calcio: non è stata facile in un campionato dove tante panchine sono saltate, verso di loro ho stima e debito. Destro? E' cresciuto tanto, ma non per i gol che ha segnato, ma per il sacrificio che ha messo a disposizione dei compagni, pur essendo un finalizzatore: gli auguro tutto il bene, ma a Prandelli non rivolgo nessun invito. E' un tecnico di provata esperienza, ma sono certo che avrà visto la crescita di Mattia, che intanto è un punto fermo dell'Under 21”. (a.go.)

Fonte: Fedelissimo on line-Are