DAL TOMBOLATO: FOSCARINI E PIOVACCARI

Claudio Foscarini: “Questo risultato ci dà serenità: è un punto importante per il Cittadella. Nel primo tempo siamo stati perfetti sul piano tattico, senza correre particolari rischi, cercando di concedere al Siena il meno possibile. Potevamo semmai essere un po’ più efficacu belle ripartenze, Li abbiamo limitati, grazie alla disponibilità di tutti a rimanere stretti e compatti. Nel secondo tempo abbiamo sofferto, ma il Siena è un’ottima squadra e l’entrata in campo dei due esterni freschi ci ha messo in difficoltà. Si parla tanto del propositivo 4-2-4 di Conte, ma il Siena sa fare benissimo anche la fase difensiva. Contro le grandi riusciamo sempre a far bene, ora dobbiamo imparare a giocare con la stessa mentalità contro tutti. Abbiamo perso troppi punti per la strada con squadre alla portata. La classifica non rispecchia il nostro valore? La verità è che dopo dieci partite avevamo cinque punti. La rimonta è stata successiva. All’inizio non eravamo consci delle nostre possibilità. Ora lo siamo”.

Federico Piovaccari: “Temevamo il Siena, all’andata i bianconeri ci dettero una bella lezione. Ci siamo presentati a questa partita sulla scia dei due ottimi pareggi ottenuti contro Torino e Novara. Nei due incontri precedenti abbiamo lottato su ogni palla, cosa che è successa anche oggi. Credo che il pari sia un risultato giusto. Bravo Villanova a salvare lo 0-0 nel recupero. Se il Siena è apparso impacciato è perché noi abbiamo aspettato gli avversari nella nostra metà campo, per poi ripartire. Abbiamo fatto una partita di difesa anche se giocavamo in casa, ma avevamo davanti la capolista. Oggi il mio compito era quello di dare una mano in fase difensiva: naturalmente a fare ogni volta cinquanta-sessanta metri, perdi in lucidità. Ma per i punti si fa anche questo. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line