DAL TOMBOLATO: CRISTIANO DEL GROSSO

Cristiano Del Grosso: “L’analisi che faccio qua è la stessa che abbiamo fatto nello spogliatoio. Fuori casa sbagliamo atteggiamento, dobbiamo metterci più personalità. Le nostre occasioni le abbiamo avute, ma un po’ per sfortuna, un po’ perché non siamo stati bravi, non abbiamo concretizzato. Nel secondo tempo ci abbiamo messo più carattere, ci siamo alzati e abbiamo giocato tutta un’altra partita. E’ un pareggio che deve far riflettere, ma senza drammi. C’è anche da dire che ogni avversario, quando gioca sul suo campo, ci mette sempre grandi motivazioni. Lotta sempre fino alla fine con determinazione e agonismo. Noi, invece, dobbiamo giocare in ogni stadio, contro ogni avversario con la stessa mentalità. E’ difficile ma siamo una squadra che deve andare in serie A. Quindi, giusto mettere in discussione noi stessi, ma anche rendere i meriti che hanno alle altre squadre. Il gol annullato a Calaiò? Sì, la punizione l’ho battuta io, peccato che l’arbitro abbia fischiato l’episodio, piuttosto dubbio, quando poi non ha fischiato un furigioco di ottanta metri al Cittadella. Va beh, chi ha sbagliato si prenderà le sue responsabilità. Noi comunque non dobbiamo attaccarci a queste cose, ma capire i nostri errori e rimetterci subito a lavoro, perché venerdì ci aspetta una partita importantissima”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line