Dal San Paolo: Brienza, Terzi e Brkic

Franco Brienza: “Abbiamo commesso due ingenuità, che hanno messo la gara in discesa per il Napoli già nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo giocato nella loro metà campo, peccato non essere riusciti, me compreso, a riacciuffare il risultato. Dobbiamo comunque essere fieri di ciò che abbiamo fatto, perché già aver giocato al San Paolo ed esserne usciti a testa alta è motivo di soddisfazione. Ora dobbiamo pensare al campionato. Come sto, nonostante abbia giocato anche stasera? Bene e spero di poter continuare a dare il mio contributo alla causa”. 
 

Claudio Terzi: “Nel primo tempo siamo stati sfortunati a passare in svantaggio con l'autogol: la rete ha reso perfetta la partita per il Napoli: sopra di uno avevano la possibilità di sfruttare al meglio in contropiede la velocità dei loro attaccanti. Nel raddoppio siamo stati ingenui: è proprio questo che più ci dispiace, aver preso due reti evitabili. Loro hanno avuto più occasioni di noi e le hanno sfruttate al meglio. Uno stadio come questo invoglia a giocare, è davvero una grande emozione. Ora sotto con il Chievo: domenica ci aspetta una partita importantissima per il nostro futuro, abbiamo fame di punti, dopo la sconfitta casalinga con il Novara. Poer noi, la permanenza in serie A vale come la Champions per il Napoli”. 
 

Zeljko Brkic: “Abbiamo giocato un ottimo secondo tempo. Peccato, abbiamo preso due gol su due nostre distrazioni. Le mie condizioni? Non sono ancora il vero Brkic, ma sto iniziando a sentirmi bene. Spero di poter raggiungere la salvezza il prima possibile con i miei compagni e i tifosi”.