Dal Picchi: Mario Beretta

Mister Beretta è felice per il passaggio del turno e per la prestazione della squadra bianconera:

“Giocavamo contro una grande squadra che ha cercato di pareggiare la gara dopo esser andata sotto. Noi però, nonostante il caldo e la loro pressione, siamo riusciti con spirito e determinazione a portare a casa un risultato di prestigio, vincendo in trasferta contro una squadra di A. Davanti avevamo una squadra con grandi qualità, reduce da un campionato da protagonisti e che stasera ha fatto una buona gara. Da parte nostra, siamo stati bravi a saper soffrire. Giocando contro una squadra di questo livello, sapevo che saremmo stati chiamati a ciò, ma sono felice che sia successo perché in campionato sarà così. Cosa non mi è piaciuto? Potevamo gestire meglio il risultato, ma considerando il gran caldo e la condizione va bene così. Ma adesso pensiamo al campionato.

Siena giovane? Abbiamo chiuso con due ’93, un ’92 e un ’91. Schiavone ha fatto una gran partita, tenendo conto che è un’93, alla prima esperienza in prima squadra. Ha giocato con grande piglio, dimostrando personalità e qualità. Spinazzola invece l’ho inserito come attaccante estenro perché volevo un uomo fresc in quel ruolo, che sapesse anche coprire.

Il mercato è ancora aperto e ancora qualcosa potrà succedere. Il centrocampo è ad oggi l’unico reparto completo, mentre dietro e davanti siamo ancora corti numericamente. Credo che arriverà qualcuno a sinistra, perché sebbene Dellafiore stia facendo bene, applicandosi con gran professionalità, non è il suo ruolo e serve un altro elemento. Vediamo che succede in settimana, compresi i tesseramenti che ancora devono essere completati”. (Lu.Ca.)

Fonte: Fedelissimo Online