Dal Manuzzi: Pegolo, Rossettini e Del Grosso

Gianluca Pegolo: “Sto vivendo un bel momento, sono contento, perché ho sofferto tanto in passato. Abbiamo centrato una vittoria importantissima, abbiamo messo un bel mattone sul nostro campionato. La parata su Martinho? Quando ha calciato l'ha presa un po' strana, mi stava spiazzando, ho alzato il braccio, credevo fosse gol, mi sono girato e ho visto che la palla era fuori… . Mi è venuto spontaneo esultare. A trent'anni un po' sicurezza mentale l'ho presa, ora spero di continuare su questa scia. E' stato bello sentire alle mie spalle i tanti tifosi che ci hanno seguito in massa, ci hanno incitato e hanno esultato con noi. Li aspettiamo sabato mattina, per il solito rito che porta bene…”.

Luca Rossettini: “Abbiamo conquistato tre punti pesanti, ma mancano ancora tante partite e il nostro obiettivo è ancora distante otto lunghezze. Ci aspettano altre due partite che proprio non dobbiamo sbagliare: domenica in casa con il Novara e poi a Verona. Dovremo affrontarle con cattiveria, determinazione e concentrazione le stesse che abbiamo avuto oggi a Cesena. La gara di Lecce ci è stata di insegnamento: siamo andati lì a fare la partita, per un'ora ci siamo riusciti, poi abbiamo perso. Abbiamo subito le loro ripartenze, oggi ci è capitato solo in certi frangenti e comunque siamo stati in grado di sopportarle. Avanti così”.

Cristiano Del Grosso: “Quella di oggi è una vittoria fondamentale, siamo stati meno belli, ma pratici. Ci stiamo convincendo, come gruppo, che ce la possiamo fare e in campo riusciamo sempre meglio a tirare fuori quello che abbiamo dentro. Sapevamo che a Cesena era una necessario muovere la classifica: è stata una sfida dura, maschia, non ci sono state grosse occasioni da gol, noi siamo stati bravi a sfruttare gli episodi. Le altre? Dobbiamo fare la corsa solo su noi stessi, abbiamo delle qualità umane e calcistiche che nemmeno noi sappiamo di avere, qualità che ci stanno permettendo di fare risultato con le grandi, ma anche con le piccole, anche in trasferta. Da questo punti di vista la vittoria di oggi ci dà maggiore consapevolezza. Con la sconfitta del Lecce ci ha dato ancor più respiro, con Cagliari e Parma ora sotto di noi. Anche con il Novara non possiamo accontentarci: vogliamo soltanto i tre punti e scenderemo in campo per quelli”. (a.go.)

Fonte: Fedelissimo on line-Are