Dal Franchi: Stefano Antonelli

Così il direttore Antonelli al termine della sfida col Pescara:

"La gara di oggi è la dimostrazione che in questo campionato non bisogna mai lasciare niente al caso. Dobbiamo capire che ogni partita va preparata nel migliore dei modi, a livello tattico, ma soprattutto mentale senza dar niente per scontato. Sempre più, dobbiamo renderci conto che ci troviamo ad affrontare un campionato che non lascia scampo e che, se non sei preparato al meglio, si rischiano figuracce come quella di oggi. La partita? C’è ben poco da dire, l’avversario ha meritato e abbiamo ben poco di cui rammaricarsi, visto quanto fatto. Credo sia anche inutile andare ad analizzare al sfida dal punto di vista tecnico-tattico perché c'è ben poco da salvare. Adesso? Domani si torna a lavoro in vista della prossima partita. Dobbiamo cancellare la sfida di oggi, ripartendo con la consapevolezza che siamo una squadra che può far bene. Ma per fare ciò si deve, e lo ripeto, preparare ogni gara al massimo, soprattutto sotto il punto di vista mentale, e andare in campo consapevoli che ogni gara di questo campionato  va affrontata con la massima attenzione e il giusto impeto agonistico e mentale.
Le assenze? Le sapevamo e le conoscevamo, ma sarebbe riduttivo giustificare questa prestazione con le assenze. Spero che quello di oggi resti un episodio isolato, che non si deve ripetere e che va rimosso.
Il modulo? Quando si perde è normale andare a porsi domande: negli ultimi tempi forse siamo meno spettacolari, ma allo stesso tempo ci siamo adeguati alla categoria e al concetto del risultato. Anche oggi nel secondo tempo avevamo tre punte, ma in generale e una gara da dimenticare al di lá della tattica e di tutto il resto. (Lu.ca.)

Fonte: Fedelissimo Online