Dal Franchi: Stefano Antonelli

Stefano Antonelli: “Abbiamo centrato una vittoria senza se, senza ma e senza forse, una vittoria davvero importante. Potevamo non soffrire, ma si vede che è nel nostro dna. Abbiamo creato sei- sette palle gole nitide e abbiamo pure rischiato di perdere, per fortuna un grande Pegolo ha detto no al Pescara parando il rigore. Da oggi siamo tornati tra i normali. A livello mentale è stato un Siena incredibile: potevamo chiuderla prima e sarebbe stata tutta un'altra partita. Invece, giocando fino all'ultimo con un gol risicato, abbiamo sofferto, ma con grande concentrazione i ragazzi hanno portato a casa un grande risultato. Li ringrazio e spero che tutti insieme riusciremo a toglierci grandi soddisfazioni. Rosina? E' stato straordinario: si vede quando c'è, perché la squadra cerca la giocata su di lui. Ha messo il suo zampino in tutte le occasioni create. Diamogli il tempo di tornare al top della condizione, considerando che non giocava da un mese e mezzo. Larrondo? Tornerà a disposizione per la partita con la Roma, sabato 1 dicembre farà il suo primo ritiro ufficiale. L'espulsione del mister? Ho appena assistito a un bellissimo gesto, gli arbitri lo hanno chiamato per chiarire: non ha detto e non ha fatto niente. Ha ribaltato platealmente un cartellone pubblicitario per l'ennesimo gol sbagliato. Ma dopo quattro mesi di stress possiamo concederglielo. La classifica? Dobbiamo continuare a non guardarla e occhi puntati al derby di stasera perché al triplice fischio potremmo non essere ultimi”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line