DAL FRANCHI: SESTU E BRIENZA

Alessio Sestu. “Sono contento, soprattutto per essermi fatto trovare pronto: l’ho sempre detto, la forza di questa squadra è poter avere alternative ottime in ogni ruolo, giocatori che potrebbero tranquillamente giocare in titolari in qualunque altro club di serie B. Il mister è bravo a tenerci sempre tutti sulle spine, il nostro compito è mettercela tutta ogni giorno in allenamento per metterlo in difficoltà e rispondere al meglio quando è il nostro momento. Tre gol alla mia ex squadra? E’ vero, mi porta fortuna, magari si giocasse sempre contro di loro… Battute a parte, sono felice per i gol, perché hanno regalato tre punti alla squadra. Tre punti pesanti che arrivano in un momento d’oro per noi. Non c’è un motivo per il modo in cui mi hanno festeggiato i compagni, picchiandomi sulla testa: solo una maniera particolare per scherzare un po’ tra noi. Ora dobbiamo continuare su questa strada: sabato ci aspetta un derby importante, dobbiamo scendere in campo per vincere come sempre. Ma rimanendo umili, consapevoli delle nostre possibilità ma anche che il campionato non è finito. Il duello con Soligo, mio compagno di squadra a Salerno? Siamo molto amici, oggi è andata meglio a me… Preferisco giocare a destra? Sì è vero, è il mio ruolo naturale… Non credo di aver mai giocato a sinistra tanto come quest’anno. Il mister mi vede lì e se i risultati sono questi ci vede lungo. Io sono comunque a sua disposizione”.

Franco Brienza. “Ho preso una botta, vedremo nei prossimi giorni l’entità. Al momento mi fa male. Peccato per l’infortunio, ma sono contento che la squadra sia riuscita a centrare il risultato. Vil nostro obiettivo è la promozione diretta, meglio se in prima posizione: inseguiamo il primato e almeno fino a lunedì, con l’Atalanta impegnata a Modena siamo lì. Stiamo bene, molto bene, già da un po’ di tempo a questa parte, crediamo nel nostro obiettivo, non è ancora raggiunto ma ci siamo quasi”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line