Dal Franchi: Rossettini e Rossi

Luca Rossettini: “Oggi era importante far punti e anche uno soltanto va benissimo. Loro hanno trovato il pareggio su un calcio piazzato battuto in maniera straordinaria da Diamanti e purtroppo è andata così. Ancora  penso che non possiamo essere troppo tranquilli perché ci sona in palio tanti punti per quelle squadre che sono sotto. Noi da parte nostra stiamo bene, abbiamo dei meccanismi rodati e guardando chi andremo ad affrontare penso che le motivazioni saranno grandissime e cercheremo di far risultato. Del mio futuro se ne parlerà a fine campionato, adesso continuerò a dar tutto per questa maglia. Questa era una stagione troppo importante per me perché dovevo riscattare l’ultimo anno di A, dove avevo giocato solo le prime due partite per problemi al ginocchio. Volevo fortemente ottenere la salvezza con la squadra, sono contento e adesso vediamo di raggiungere la matematica. La lettera a Morosini mi è venuta spontanea: alcuni amici mi hanno chiesto di scrivere qualcosa e io ho buttato giù due righe anche se ero indeciso se farlo o meno. Sono contento di averla scritta, anche visto tutte le mail e i massaggini che mi sono arrivati per farmi i complimenti e ringraziarmi per aver dato un giudizio così.  Da parte mia, vorrei solo tenere vivo il ricordo”.

Andrea Rossi: “L’ammonizione è figlia della foga della partita. Oggi volevamo fare tre punti per arrivare al record che ci teniamo molto e ci abbiamo provato. Nel primo tempo abbiamo dato tanto, forse troppo e  nel secondo tempo eravamo un po’ stanchi. Però penso che se loro non trovano il gol con la punizione di Diamanti, non segavano mai. Domenica proveremo a mettere in difficoltà il Milan, abbiamo 43 punti e anche se non siamo matematicamente salvi domenica sarà una partita bellissima da giocare e vorremmo fare bella figura davanti al nostro pubblico contro una compagine importante come lo sono loro”. (Luca Casamonti)

Fonte: Fedelissimo Online