Dal Franchi: Mister Sannino

Mister Sannino: Destro ha capito che non deve essere ricordato per quello che fa gol all’esordio e basta, ma per quello che fa tanti gol in un campionato. Mi giro sempre quando facciamo gol, perché penso che sia l’attimo e il momento più importante per i ragazzi. C’è tanto entusiasmo? L’unica cosa che voglio è che siano contenti i bambini che vengono allo stadio e i tifosi. Vorrei un entusiasmo da parte di tutti nei confronti di questi ragazzi, che lavorano davvero in modo encomiabile, sono sempre presenti  e pronti al sacrificio. Parliamo bene di tutti, ma dimentichiamocelo veloce perché abbiamo un’altra partita da affrontare. Siena non può cullarsi su occasioni del genere, deve vivere come se avesse sempre l’acqua alla gola e fare di tutto per venirne fuori. Il Chievo la bestia nera? Ci abbiamo pensato, ma devi sempre convivere con dubbi e paure perché le certezze sono solo dopo la gara. Non so se vediamo un bel calcio, ma vedo un gran bel correre di dieci ragazzi dietro alla palla e questa è la cosa importante. Poi oggi abbiamo giocato alle 12.30 e mi sembrava di essere tornato ai tempi dell’oratorio: chiesa, messa e poi via a giocare. (Lu.Ca)

Fonte: Fedelissimo Online