DAL FRANCHI: MARAN E SCHWOCH

Rolando Maran: “Era una partita difficile e lo sapevamo. A maggior ragione dovendola giocare in rimonta. Il Siena è una squadra da serie A, che insieme all’Atalanta raggiungerà la massima categoria in maniera diretta. Manca solo la matematica. Noi, seppur sotto di due reti, abbiamo provato a impensierirli, soprattutto nel finale. Ma non siamo riusciti ad accorciare, nonostante avessimo anche le energie giuste: non ce l’ha fatta Abbruscato, che ci ha tolto spesso le castagne dal fuoco, è andata così. Rimontare, con il caldo, contro una squadra come il Siena non sarebbe stato facile per nessuno. Per i play off c’è bagarre: noi dovremo continuare come stiamo facendo, andandocela a giocare contro tutti. Dobbiamo già pensare alla prossima partita, consci di aver fornito contro il Siena un’ottima prova”.

Stefan Schwoch: “Capita anche di non segnare, soprattutto quando giochi contro il Siena… I bianconeri sono ormai vicinissimi all’obiettivo e faccio loro i complimenti. Sestu? Eh.. ce ne ha fatti due, oggi, e pensare che ne aveva segnati uno o due fino a ora. Se avesse aspettato un’altra giornata sarebbe stato meglio… A parte gli scherzi, Alessio è un giocatore che in B fa differenza. E in bianconero non solo lui. D’altra parte se sbagli vieni punito. Per noi 48 punti sono comunque un qualcosa di importante: non era certo dalla trasferta a Siena che potevamo aspettarci di portar via lunghezze. Abbiamo comunque mostrato personalità e carattere, non c’è niente di scandaloso nel risultato finale”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line-Are