Dal Franchi: le voci dei gialloblu

Roberto Donadoni: “Faccio i complimenti ai ragazzi e a questo gruppo che è arrivato a un traguardo importante e gli va riconosciuto che se lo sono guadagnati lavorando e faticando sul campo. Venivamo da alcune vittorie, risultati positivi e abbiamo mantenuto la nostra identità. Quando giochi tante partite in pochi giorni aumenta la fatica e la stanchezza, ma forse noi abbiamo avuto più voglia del Siena di vincere la gara e nel secondo tempo ci siamo meritati la vittoria. Giovinco ha fatto un gol di grande fattura, da giocatore di qualità quale è”.

Sebastian Giovinco: “Sono contento per il gol e per la vittoria che è a coronamento di un bel momento. Personalmente sono molto contento e ci godiamo questo momento. Adesso vogliamo chiudere la stagione nel migliore dei modi, casomai con un'altra vittoria. Sul gol, ho pensato subito di tirare, è stata la prima idea e l’ho fatta. È stato un primo tempo giocato a ritmi lenti, poi nella ripresa si sono alzati ed abbiamo meritato la vittoria creando più di un’occasione. Per ora non penso al futuro, domenica c’è l’ultima gara poi ci sarà tempo per decidere. Gli applausi del pubblico di Siena mi hanno fatto molto piacere, ho alzato la mano e ho ringraziato tutti. Sul rigore non so, a me sembrava che ci fosse, poi ho parlato con Terzi e mi ha detto di no e quindi va bene così”.

Sergio Floccari: “Oggi abbiamo fatto tutti una buona gara: nel primo tempo siamo riusciti a gestire bene la palla ma senza affondare, mentre nella ripresa Giovinco ha sbloccato la gara e da lì è stato tutto in discesa, gestendo la palla al meglio e riuscendo nel finale a raddoppiare. Siamo contenti perchè siamo riusciti a dare continuità, ci godiamo questo bel momento e adesso cercheremo di finire nel migliore dei modi. Già all’andata il Siena mi fece una bella impressione, corta, compatta e con le idee chiare, anche al di là del risultato e posso dire che si vede la mano dell’allenatore. Sul gol ci ho creduto, è chiaro che se Contini mi avesse visto non avrebbe fatto quel passaggio, ma io ci ho provato e mi è andata bene. Destro è un ’91, è maturato ed oltre alle doti fisiche e tecniche è cresciuto molto sotto il punto di vista dell’atteggiamento e della menatlità. Penso che se continua così può fare davvero tanta strada”.

Pietro Leonardi: “Siamo molto contenti perché con la vittoria di oggi abbiamo raggiunto un obiettivo storico come le sei vittorie di fila, oltre ad arrivare a 53 punti ed in 3 anni in media abbiamo superato quota 50. Cercheremo di migliorare la classifica anche domenica prossima e come ci metteva paura la terz’ultima posizione tempi addietro adesso guardiamo a ciò che abbiamo davanti e ci inorgoglisce poter competere con certi squadroni come Roma e Inter. Donadoni ha sempre guardato avanti e mai dietro e domenica cercheremo di chiudere al meglio e poi tireremo la linea. La stagione del Siena è stata eccezionale, devo fare i complimenti alla società per l’allestimento della squadra, all’allenatore che era un’esordiente in A e a tutti i giocatori. La gara di oggi non fa testo, perché arriva dopo un tour de force incredibile. Va detto poi che il Siena non aveva obiettivi particolari come il Parma, anche se poi per sbloccare la gara c’è voluto il colpo del campione. Del futuro del Siena non so niente, io faccio solo i complimenti a Perinetti e penso che il Siena dovrà cercare un professionista come lui per sostituirlo”. (Lu.Ca)

Fonte: Fedelissimo Online