Dal Franchi: Giorgio Perinetti

Giorgio Perinetti: “La serie A è questa, lo sapevamo, come sapevamo che avremmo dovuto lottare fino alla fine, che avremmo giocato un campionato di sofferenza. Illusorio pensare il contrario. Come dimostra la classifica anche squadre partite con obiettivi diversi stanno facendo fatica e dietro nessuno molla, il Lecce, il Novara, sono lì. Ci siamo presentati a questa sfida senza l'attacco titolare, Destro ha dato forfait all'ultimo, Gonzalez e Bogdani non hanno neanche mai provato insieme. Abbiamo il centrocampo dimezzato con Bolzoni e D'Agostino fuori per problemi fisici. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, concedendo poco o niente al Novara, nella ripresa abbiamo pagato un po' di fatica. Caracciolo ha cambiato la partita? Lo stesso ha fatto a Cesena Bogdani quando è entrato… Caracciolo ha fatto la sua parte, noi abbiamo perso per due eurogol in una ripresa giocata con meno umiltà, meno compattezza, meno vicini. Mercoledì dobbiamo affrontare la semifinale di Coppa Italia con la testa sgombra, senza fare calcoli inutili, sapendo che a Napoli sono già stati venduti 60mila biglietti e che tutta Italia tiferà per gli azzurri. Il Napoli tiene tantissimo alla qualificazione, tanto che Mazzarri stasera, sembra, terrà a riposo Lavezzi per averlo al meglio contro di noi. Cercheremo di fare i guastafeste per continuare lo spettacolare cammino che ci ha portato al San Paolo. E comunque vada il nostro pubblico deve essere orgoglioso per dove siamo arrivati, di poter dire 'io c'ero'. Che arbitro mi aspetto? Uno all'altezza di una semifinale di Coppa Italia”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line