Dal Franchi: Giorgio Perinetti

L’obbligo è quello di fare ancora punti, visto che anche gli altri risultati ci consigliano un’attenta visione delle cose. Oggi abbiamo fatto un ottimo primo tempo e poi sono a mancare le forze. Ricordiamo però che facciamo un campionato dove nelle fase finale siamo chiamati a fare cinque partite in due settimane e perciò può venir fuori di tutto. Puoi sì cercare di recuperare e dosare tutte le forze ma non è facile far quadrare tutto. Tornando ad oggi, purtroppo la sconfitta della Roma e del Palermo ci fanno un po’ preoccupare, anche perché il Lecce, escludendo la Juventus ha un calendario sulla carta più agevole. Però non voglio guardare agli altri ma pensare solo a noi stessi e  chiudere il campionato alla grande e cercare di fare una stagione memorabile, riuscendo a definire questa salvezza. Davanti abbiamo partite difficili, ma la squadra ha dimostrato di essere attenta e viva e speriamo che le forze rimangono e possiamo fare questo finale al riparo da qualsiasi pericolo e toglierci qualche altra soddisfazione. I gol di Destro fanno sì aumentare la sua valutazione ma ci fanno spendere di premi. Battute a parte, sono tutti meritati perché sta facendo molto bene, lui come tutta la squadra. Di questo Siena mi piace l’atteggiamento e, come diceva Sannino, abbiamo una delle migliori difese del campionato ed è per noi motivo di orgoglio per aver puntato sui giocatori giusti. Parlando del futuro, penso che per un allenatore sono importanti i programmi, sapere cosa deve e può fare: è chiaro che poi sarà la società a dover fare il primo passo e prospettare certe situazioni. Domenica abbiamo la grande occasione di fare una grande partita a arrivare a chiuderete il discorso salvezza: se facessimo una prestazione importante e conquistassimo anche un punto sarebbe davvero tanto. Anche se dipende dagli altri, dobbiamo pensare a noi stessi e alle nostre prestazioni senza ascoltare radioline o guardare tabelloni. (Luca Casamonti)

Fonte: Fedelissimo Online