Dal Franchi: Feddal e Schiavone

Queste le parole dei due bianconeri, protagonisti in occasione del gol che era valso l’1-0

Zouhair Feddal: "Il gol? Non ci sono problemi se è mio oppure no: io ho ribadito in rete dopo la respinta del portiere e non sapevo se la palla fosse già entrata. Avevo già segnato a Bologna, anche se essendo difensore non capita spesso di trovarmi in zona gol, e per di più all'ultimo minuto e fu importantissimo per il passaggio di turno. Tornando ad oggi era meglio conquistare tre punti ma va bene così: dobbiamo continuare ad essere positivi, guardare avanti e lavorare bene quando ritorniamo dalla vacanze. Siamo una squadra importante, ma tutte sono forti: dobbiamo essere umili, guardare gara dopo gara e preparare ogni sfida al meglio. Rammarico? Dispiace per le due vittorie sfumate: a Padova un rigore sfumato, oggi il gol è arrivato su un corner che non c'era. A livello personale all'inizio avevo difficoltà per vari motivi, arrivando in  un calcio che non conoscevo e non conoscendo la lingua. Adesso però sto molto meglio, i compagni mi aiutano e sono felice. Ruolo? Non mi interessa dove gioco, decide il mister: terzino, centrale, se vuole faccio anche il portiere se è utile per la squadra.

Andrea Schiavone: “Il gol? Avrei preferito che non fosse stato mio ma avessimo portato a casa i tre punti. Abbiamo fatto una buona gara, provando ad attaccare e a fare il nostro gioco. Potevamo finalizzare meglio alcune situazioni, ma la prestazione la ritengo positiva. Punti persi? È vero, ma siamo consapevoli delle nostre prestazioni e che potevamo forse portare a casa di più di quanto fatto. Ma questo è il calcio e ancor di più questo campionato. C'è amarezza per qualche occasione sfumata, ma le prestazioni sono state buone, sia in casa che in trasferta e ciò fa ben sperare per il futuro. (Luca Casamonti)

Fonte: Fedelissimo Online