Dal Franchi: Donadoni, Lucarelli e Gobbi

Roberto Donadoni: “Per noi è un buon punto quello conquistato oggi contro una squadra affamata di punti, che sta lottando per non retrocedere. Sapevamo che non sarebbe stata semplice ma probabilmente con un po' più di quella determinazione che piace a me avremmo ottenuto il risultato pieno. Ci è mancato quel piccolo salto di qualità. Il Siena oggi ha rischiato poco, ha cercato di essere pericoloso sulle palle lunghe, sui lanci in profondità, rimanendo sempre coperto per non concederci alcuna possibilità. Andare sotto sarebbe stato complicato per loro sotto l'aspetto mentale. Noi abbiamo concesso qualcosina, siamo stati poco bravi nella lettura di qualche situazione. Ma va anche considerato che Emeghara è velocissimo, è bravo a sfruttare le palle che gli capitano. Oggi è stato un po' impreciso ma è un giocatore che crea sempre apprensione. Ripeto, con un po' di fatica in più saremmo tornati a casa con i tre punti. Dal punto di vista mentale sono soddisfatto a metà dei miei ragazzi, si può e si deve fare meglio, ma non è neanche facile gestire e cambiare sotto questo aspetto. Dobbiamo toglierci di dosso le scorie che ci fanno ragionare in maniera diversa in casa e fuori casa. Quando riusciremo a farlo la classifica ne gioverà”.

Alessandro Lucarelli: “Sì, abbiamo venduto cara la pelle, era il minimo che potessimo fare nel rispetto della nostra professionalità e della nostra dignità. Ci siamo giocati la partita, discretamente, abbiamo avuto buone occasioni, come il Siena. Il risultato alla fine accontenta più noi che i bianconeri. Emeghara? Per poco al pronti via non ci fa gol… Non lo conoscevo, sinceramente. E' molto veloce e si muove bene tra le linee. Dopo l'occasione che ha avuto al pronti via, con Paletta ci siamo parlati per cercare uno di accorciare e l'altro di staccarsi dietro: i compagni lo cercavano con lancio lungo in profondità. Il Siena si giocherà salvezza fino alla fine, ne sono certo, per loro ogni partita, a partire dalla trasferta di Pescara, sarà fondamentale. Il nostro finale di stagione? Dobbiamo ragionare di partita in partita per raccogliere il massimo possibile”.

Massimo Gobbi: “Contro un Siena che doveva vincere assolutamente, abbiamo giocato una buona gara. Non è stata una bellissima partita, ma abbiamo cercato di fare gioco, abbiamo creato buone occasioni che non siamo però riusciti a sfruttare. E' stata una sfida difficile, ma alla fine abbiamo risposto bene alla fame del Siena. La lotta per la salvezza? Al di là del blasone di Genoa e Palermo credo che da qui alla fine ogni partita avrà una storia a sé e mi viene difficile al momento fare un pronostico. Credo che sarà un finale durissimo per tutte tre le squadre”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line