Dal Franchi: Destro e Vergassola

Mattia Destro: “Adesso sono un po’ stanco, ma l’importante è che la squadra oggi abbia vinto e siano arrivati i tre punti. Giocavamo contro una grandissima squadra e per fare bene tutti dovevano aiutare e fare il loro dovere. Oggi importante era muovere la classifica e abbiamo ottenuto una vittoria fondamentale. Con Emanuele mi trovo bene, abbiamo un reparto offensivo molto importante, fatto di tanti giocatori forti e ogni domenica il mister sceglie gli attaccanti e in base alle sue scelte chi va in campo dà il massimo. Spero di segnare ogni domenica, purtroppo non sempre mi riesce e sbaglio qualche gol. Ma l’importante è crescere, lavorare e migliorare giorno dopo giorno”.

Simone Vergassola: “Oggi incontravamo una grande squadra, siamo stati bravi, ci siamo difesi bene, nel primo tempo abbiamo avuto tre occasioni limpidissime per fare gol e abbiamo rischiato solo sulla punizione. Nella ripresa abbiamo sofferto di più nel finale, ma abbiamo anche creato le nostre ripartenze per fare male. Sapevamo che oggi c’era da lottare, loro sono bravi nel fraseggio ma con molto cuore e determinazione ne siamo venuti a capo. Adesso viviamo un momento positivo e dobbiamo cercare di dare continuità ai risultati. Ci godiamo la vittoria ma da domani poi pensiamo subito a Lecce. Andremo a giocarci uno scontro diretto in casa loro, a Bergamo hanno fatto la loro gara, hanno perso a Udine ma giocando bene, hanno tanta qualità davanti e quindi bisogna stare attenti. Essendo in tanti mi aspetto che ci sarà spazio per tutti e per questo bisognerà farsi trovare pronti e lavorare al massimo. Poi dipende da giocatore a giocatore: c’è uno come Gazzi che è un animale e recupera subito e uno come Vergassola che ha bisogno di più tempo e casomai si aiuta con l’esperienza. Con l’arbitro e Totti sono cose che succedono in campo e fanno parte del gioco, qualche opinione diversa ma va bene così”. (Luca Casamonti – foto Nicnat)

Fonte: Fedelissimo Online