Dal Franchi: D’Agostino, Pesoli e Del Grosso

Gaetano D'Agostino: “Sono molto contento per il risultato e per il mio gol. Aspettavo da tantissimo tempo quella mattonella. Una posizione perfetta, ho segnato un bella rete. Della prestazione in generale sono soddisfatto anche se appena abbiamo mollato, giusto tre minuti, abbiamo preso gol. Non dobbiamo avere cali di concentrazione, perché il calcio poi ti punisce. Ma va bene così: contro il Chievo, alla terza partita in una settimana, siamo stati protagonisti di una bella prova. Il nostro primo obiettivo, sì, rimane la salvezza. Mancano ancora tanti punti e non possiamo spostare il mirino. Una volta raggiunta, potremo pensare a qualcos'altro. Per quanto mi riguarda, sono felicissimo di vestire questa maglia. Faccio parte di un gruppo fantastico, i ragazzi mi hanno accolto da subito con grande affetto e stima: uno stimolo in più per rimettermi in gioco”.

Emanuele Pesoli: “Con la vittoria sul Chievo abbiamo dimostrato di poter mettere pressione a questo campionato. Credo che potremmo essere davvero la squadra-sorpresa della serie A. A dimostrarlo il fatto che riusciamo a far giocare male chiunque ci affronti. Sappiamo difenderci bene, in undici, sempre pronti a ripartire. La classifica ci sorride, e secondo me ci manca anche qualche punto, perso ad esempio a Roma e a Novara. Ma il calcio è così, toglie e dà… Rimane il nostro ottimo bottino. Ora ci aspetta un'altra bella sfida. Andremo a Udine, loro sono impegnati anche in Coppa Uefa… Speriamo bene, ce la metteremo tutta come sempre”.

Cristiano Del Grosso: “Abbiamo ottenuto, con grande determinazione, quello che volevamo: i tre punti, contro una squadra fastidiosa come il Chievo. Anche grazie alla grinta che ci dà il mister, in casa stiamo marciando a ritmi altissimi, abbiamo imboccato sicuramente la strada giusta. Non dobbiamo però rilassarci: domenica siamo attesi da un'altra gara difficile, a Udine: dovremo affrontarla, come sempre, a viso aperto. Dovremo, come sempre, correre più degli altri e difenderci in dieci con grande sacrificio. Stiamo dimostrando che la nostra arma in più è il gruppo: chi entra, chiunque entri, riesce a fare la differenza, in positivo. Tra di noi c'è rivalità, sempre nel rispetto l'uno dell'altro”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line