DAL FRANCHI: CAPUTO, VERGASSOLA E DEL GROSSO

Francesco Caputo: “Ho fatto due gol e abbiamo subito due sconfitte… Mi dispiace. Per la rete, in quel momento da tre punti, ero felicissimo, era importante per me. Invece adesso c’è solo tanto rammarico: potevamo portarci a +15 dalla terza, sarebbe andato bene anche il pareggio. E invece niente. E’ stato un fattore psicologico? Il primo gol ci può stare: su cross di un compagno l’attaccante ha anticipato i nostri difensori. In occasione della seconda rete è stato bravo Tarana, noi troppo disattenti, ma mi dicono che c’era fuorigioco. Il Portogruaro non ha passato più di due volte la metà campo e in tutte e due le occasioni ci ha punito: non ci dispiace per i due gol presi in sé, ma per la sconfitta immeritata. E’ una cosa irripetibile. Ora non deve assolutamente prenderci la paura. Dobbiamo rialzarci subito, e andarcela a giocare a Novara. La classifica è cambiata poco, siamo sempre primi. Loro sicuramente vorranno vincere i play off, noi vogliamo chiudere il prima possibile il discorso promozione. Sarà una bella sfida”.

Simone Vergassola: “Quando prendi due gol in casa, in due minuti, le tue colpe le hai. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità. Questa sconfitta ci deve far capire che bisogna fare meglio, lavorare, ci deve insegnare che abbiamo fatto tanto e non abbiamo fatto niente. Ci dispiace perché volevamo dare continuità ai risultati, per raggiungere il prima possibile la serie A”.

Cristiano Del Grosso: “Il fuorigioco? Non l’ha sanzionato… Ora dobbiamo ripartire e cercare di fare punti a Novara: alla fine, a livello di classifica, non è cambiato niente. Peccato però, perché oggi era l’occasione giusta per iniziare a festeggiare. Il loro atteggiamento? Noi abbiamo preparato la partita consapevoli che il Portogruaro sarebbe arrivato con cinque difensori. Così è stato: cinque difensori di esperienza, marcature a uomo. E infatti ci dobbiamo preoccupare di queste squadre non di quelle che giocano. Perché poi ti partono in contropiede e con un po’ di fortuna e bravura riescono a segnare. A Novara andiamo giocarcela: loro vengono da un periodo non positivissimo. Prendiamo questa sconfitta per conquistare i tre punti domenica e magari ottenere lì la promozione matematica. Ma fin quando non c’è la certezza, dobbiamo continuare a pedalare perché poi è dura”. (a.go.)

 

 

Fonte: Fedelissimo on line-Are