DAL CASTELLANI: I BIANCONERI

 

Simone Vergassola: “Questa sconfitta è figlia di un errore nostro, loro hanno giocato meglio e capitalizzato le occasioni create. Sono stati bravi a chiudersi bene, lasciandoci pochi spazi e ripartire al momento giusto. Noi abbiamo fatto fatica a fare gioco e realizzare, anche se è vero che il risultato di 3-0 è abbondante: Coppola non ha dovuto compiere grossissimi interventi. Abbiamo creato meno del solito e i gol sono arrivati per singoli errori, che nel calcio ci possono stare. Ma non sarebbe giusto colpevolizzare chi ha sbagliato: siamo una squadra, vinciamo e perdiamo tutti insieme. Stasera è la squadra che ha perso. La nostra forza è proprio il ragionare da squadra. Questa sconfitta ci deve servire per migliorare, il campionato è ancora lungo, già sabato abbiamo un’altra gara, da vincere per riscattarci immediatamente”. 

 

 

Ferdinando Coppola: “Cosa mi è successo? Non me lo so spiegare… So solo che mi dispiace: ho commesso un errore che ha penalizzato la squadra e il mister, vanificando tutta la preparazione settimanale alla partita. Mi dispiace, ma anche questi sbagli servono per crescere. Nel calcio, purtroppo, gli episodi condizionano i risultati, questo episodio sfortunato è arrivato proprio quando non doveva capitare. Al di là dei nostri demeriti vanno comunque dati i giusti meriti all’Empoli. Rimane però il rammarico di non aver centrato il decimo risultato utile consecutivo. Ci tenevamo davvero tanto”. 

Gennaro Troianiello: “In ogni partita dobbiamo sempre tener conto del valore dell’avversario. Stasera abbiamo affrontato un bell’Empoli, abbiamo incontrato delle difficoltà, ma abbiamo preso il primo gol su un episodio sfortunato. Il rigore? Lo chiedo io a voi, perché non mi sono reso conto di niente… Così a caldo credo di aver preso la palla con il petto, non con la mano, perché ero troppo attaccato a lui. Ma prima di dirlo con sicurezza vorrei rivedere l’azione”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line