Dal Canto: “Vedo la squadra crescere, oggi abbiamo creato tanto. Rapporto con la società è ottimo, è ora di mettere fine alle chiacchiere”

A margine della gara tra Pergolettese e Robur Siena ha parlato il tecnico bianconero Alessandro Dal Canto. Queste le sue parole:

Percorso netto – “Abbiamo fatto cinque vittorie fuori ma non per questo era scontato vincere oggi. Nel primo tempo non abbiamo fatto benissimo ma è normale perché davanti c’era comunque un avversario che ha fatto la sua partita. Alla fine però abbiamo creato tante occasioni, il risultato penso sia stato meritato”.

Difficoltà – “È un campionato dove tante giocano a cinque dietro, si vedono un sacco di partite in equilibrio e che finiscono spesso in parità. Io sono confortato dal fatto che vedo la squadra crescere”.

Pergolettese – “Di loro avevo ed ho un’ottima considerazione, nel calcio però si vive di episodi che possono spostare in un modo le partite, non era una passeggiata di salute quella che andavamo a fare oggi”.

Piedi invertiti – Oukhadda e Migliorelli li ho messi volutamente in posizioni invertite rispetto al solito, sapevamo di andare incontro ad una partita chiusa. Facendoli giocare a piede invertito volevo trovare linee di gioco migliori, avrebbero potuto puntare l’uomo oppure accentrarsi anche a chiudere l’azione in modo diverso. Poi è chiaro, non viene tutto e subito, chiaramente anche questo è un aspetto che va affinato”.

Centrocampisti – “Gerli l’ho richiamato spesso perché deve migliorare nella gestione della palla, ha velocità tocco di palla non comuni in questa categoria. Ha tanta qualità dal punto di vista tecnico, quando viene preso dall’ansia sbaglia troppo, certe situazioni vanno gestite meglio. Ci sta di sbagliare, ma bisogna sbagliare ancora meno. In mezzo abbiamo tanti giocatori fuori, cerco di gestire tutti nel migliore modo possibile. La non partenza di Arrigoni dal primo minuto rientra anche in quell’ottica”.

Chiacchiere – “Siccome la società mi riporta di presunti malumori o chiacchericci nelle conferenze stampa, vorrei chiarire una cosa. In un momento dove non c’è bisogno andiamo a mettere i puntini dove non servono. Non è assolutamente vero che io ho da ridire della squadra che mi è stata affidata, tantomeno che mi lamento. Non ho mai trovato un Presidente come Anna Durio ed un Vice Presidente come Federico Trani con cui ho instaurato un simile rapporto dal punto di vista umano. Anche con il direttore siamo sempre in contatto, ci confrontiamo 24 ore su 24, non ho mai trovato uno stralcio di problema. Non sono contro nessuno, sono del Siena. Mi piacerebbe che finisse questo chiacchericcio. Chi si lava la bocca con quello che dico forse ha problemi con l’interpretazione dell’italiano”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol