Dal Bentegodi: Pegolo, Neto e Rubin

Gianluca Pegolo: “E' vero, l'unica parata l'ho fatta su una deviazione sfortunata di un mio compagno… Lo sapevamo che su un campo così impraticabile loro avrebbero giocato buttando in mezzo le palle. Fortuna che sia riuscito a recuperare la posizione. Il punto ci va bene, anche se vedendo come è andata la partita rimane il rammarico per le occasioni non capitalizzate, anche alla luce degli altri risultati: potevamo essere fuori dalla zona retrocessione…. Allungare la striscia dei risultati positivi era comunque importante. I miei trascorsi qua? Ovvio che sia legato a questo stadio, ho vissuto a Verona 12 anni bellissimi con la maglia dell'Hellas. Sono contento anche per questo di non aver perso contro la rivale storca del Verona. I fischi? Credo che i sostenitori gialloblù si siano un po' imborghesiti, non ci stanno”.

Luis Neto: “Abbiamo giocato una buona partita e per poco non tornavamo a casa con i tre punti. Abbiamo riproposto in campo quello che avevamo provato in settimana anche se le condizioni del terreno non ci hanno dato una mano. Fortuna che sul nostro campo non abbiamo di questi problemi: sotto con la Roma e con il Catania, per sfruttare al massimo i due turni casalinghi consecutivi. Senza dimenticare l'impegno di mercoledì con il Torino al quale teniamo. Un mio gol? Ci provo sulle palle inattive, speriamo arrivi presto: voglio contribuire al massimo per la squadra.
Io mi sto trovando bene in Italia, ringrazio tutti per avermi fatto ambientare così in fretta, ora concentriamoci al match di coppa Italia”.

Matteo Rubin: “Anche oggi è stata una battaglia: abbiamo affrontato una squadra abbastanza in difficoltà, siamo stati sfortunati nel non riuscire a buttarla dentro. Abbiamo spinto, ma il campo non ci ha aiutato. Abbiamo comunque dimostrato che ci siamo. Ora pensiamo alla gara di mercoledì con il Torino, poi alla sfida con la Roma: ci aspettano due incontri casalinghi: dobbiamo sfruttare al massimo il fattore campo. Possiamo giocarcela con tutti. La seconda maglia titolare? Sono stato in ballottaggio tutta la settimana, me la sono giocata. Vivo alla giornata sperando di convincere il mister”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line-Are