Da Torino: Giuseppe Iachini

Giuseppe Iachini: “Non meritavamo di perdere, al di là del rigore abbiamo creato diverse occasioni, a dimostrazione che stiamo crescendo. In più ci si è messo un grande Gillet. Stiamo migliorando anche nell'intensità e nel gioco, c'è rammarico per come è andata. Sui gol subiti abbiamo commesso delle ingenuità che abbiamo pagato a caro prezzo, come sul gol di Bianchi. Situazione che in settimana avevamo studiato molto bene. O come quando ci siamo fatti prendere dalla foga restando due contro due sul calcio d’angolo a nostro favore. Il gol preso dopo soli tre minuti ha sicuramente scombussolato i piani. Abbiamo dovuto cambiare subito registro. Paolucci ho preferito farlo partire dalla panchina per averlo fresco a partita in corso. E quando è entrato ha fatto bene. Ci manca il risultato, è evidente, basterebbe qualche vittoria consecutiva per rimetterci in corsa. E' dura, è durissima, ma se ci mettiamo spirito e organizzazione, coraggio e professionalità niente è perduto. Rosina sul dischetto? Abbiamo due-tre rigoristi in squadra. Peccato, ma può succedere di sbagliare. Il suo gol sarebbe stato il giusto regalo in un incontro che non meritavamo di perdere. Preoccupato dal mercato? Alcuni nostri giocatori hanno delle richieste. Qualcuno è già partito, qualcun altro sta per farlo. Ma la società è cosciente della situazione e sta lavorando per completare l'organico. Non voglio però che il mercato diventi un alibi: noi dobbiamo soltanto pensare al campo e a lavorare”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line