Da Torino: Giampiero Ventura

Giampiero Ventura: “Oggi abbiamo compiuto un'impresa straordinaria. Ci siamo presentati in campo con nove defezioni e siamo riusciti a conquistare i tre punti. Nel finale abbiamo un po' sofferto, ma era normale che pagassimo la stanchezza con elementi che fino a questo momento avevano trovato meno spazio. Tra questi Caceres che alla prima chiamata ha fatto una buona partita, con personalità e leggendo bene le situazioni: gli ho fatto i complimenti davanti a tutti. Ci ha aiutato anche la fortuna, nel caso del rigore sbagliato da Rosina, ma i ragazzi devono sentirsi orgogliosi di quello che hanno fatto. Il gruppo sta portando avanti un progetto iniziato con difficoltà. Non avverto però entusiasmo intorno a questi ragazzi. Oggi il sentimento predominante dovrebbe essere l'euforia per un successo che ha dello straordinario. Ma non è così. Battere il Siena non era normale, i bianconeri avrebbero 17 punti in classifica senza la penalizzazione. In più per loro si trattava di un incontro se non determinante, importantissimo. Come non era normale pareggiare con il Napoli tra l'altro creando tantissimo e commettendo un unico errore. Oggi, alle prese con assenze pesanti che si sono aggiunte a quelle di più lunga data come Ogbonna, non abbiamo concesso niente agli avversari, se non su calci piazzati, uno dei quali abbiamo pagato caro. Questa vittoria è la risposta di un gruppo che sta mettendo tutto se stesso nel raggiungimento dell'obiettivo. Può essere considerata la base di un serio discorso di programmazione”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line