DA NAPOLI, LE VOCI DEGLI AZZURRI


Roberto Donadoni: “La squadra si è espressa bene, nonostante la tensione e le pressioni del momento. Ha reagito nella maniera giusta, ma una vittoria non può cancellare tutto, deve essere un punto di partenza. Sarebbe una grossa mancanza di equilibrio, se nei prossimi giorni andasse tutto bene, poi al primo risultato negativo, rivenissiro fuori vecchi disorsi. In questo momento sono contento per i ragazzi, che devono giocare per se stessi. Sono contento perché vivo con loro lo spogliatoio, vivo le loro stesse emozioni. Abbiamo vinto grazie a determinate decisioni arbitrali? Tante volte anche il Napoli ha subito per azioni simili. E se poi vogliamo commentare dobbiamo sottolineare che ci è stato annullato un gol per un fuorigioco che non c’era ed è stato negato un rigore a Maggio. Il rigore battuto? Hamsik doveva tirare per scaletta, ma capisco che anche Quagliarella aveva voglia di andare sul dischetto”.  


Marek Hamsik: “Sono felice di aver segnato questi due gol fondamentali per il campionato del Napoli. E’ stata una partita difficile, abbiamo sofferto. Nel primo tempo non siamo stati coraggiosi, il secondo tempo abbiamo mostrato più grinta, abbiamo creato tante occasioni e alla fine abbiamo conquistato i tre punti. Volevamo dimostrare di essre una squadra vincente, ci siamo riusciti. Il successo con il Siena è certamente un importante passo avanti. Adesso dobbiamo andare avanti per questa strada”.

Ezequiel Lavezzi: “Le polemiche le hanno sempre fatte gli altri, siamo sempre rimasti tranquilli. Abbiamo sempre lavorato benissimo, con professionalità. La squadra, come e con Donadoni: il mister e il suo staff sono bravissimi, magari siamo noi che non riusciamo a fare in campo ciò che lui ci chiede. Con il tempo riusciremo a tornare ad altissimi livelli. Le vittorie come quelle di oggi, servono per acquisire ancor più fiducia. Logico che le critiche non aiutino, ma a noi la tranquillità non è mai venuta meno”. (a.go.)


Fonte: Sky-Fedelissimo on line