D’Ambrosio: “Siamo vicini alla famiglia di Arturo”

In attesa dei 45 minuti che per regolamento devono passare dall’orario del fischio d’inizio (14.30), ha parlato allo stadio il difensore e capitano della Robur Dario D’Ambrosio, che ha portato e depositato un mazzo di fiori sotto la Curva Robur, in omaggio ad Arturo Pratelli.

Cordoglio – “Ci sono più emozioni oggi rispetto ad altre solite partite, abbiamo lasciato un piccolo omaggio sotto la curva e un omaggio anche nell’Aquila. Sapevamo che era uno dei tanti presenti a Piacenza, è una cosa bruttissima, siamo vicini alla famiglia e alle persone più care”.

Pro Piacenza – “Purtroppo oggi ci ritroviamo una squadra che ha avuto delle difficoltà fin dall’inizio, prima o poi sarebbe arrivata quest’esclusione dal campionato. È un calcio malato, vanno trovate delle soluzioni al più presto”.

Stop – “Si va in vacanza, abbiamo chiuso con la vittoria contro la capolista Piacenza. Stacchiamo 6-7 giorni e poi ritorneremo più carichi di prima. Siamo una squadra in crescita, speriamo di riprendere nel modo in cui abbiamo lasciato il 2018”.

D’Ambrosio – “Va meglio perché sono rientrato io? Queste cose lasciano il tempo che trovano, le qualità c’erano anche prima del mio rientro. Sto riprendendo una condizione ottimale anche grazie al lavoro quotidiano, qualche dolorino ancora c’è ma l’importante è il gruppo, non l’Io”. (G.I.)

Fonte: FOL