D’Ambrosio: Siamo in crescita e fiduciosi. Domenica in campo per vincere

E’ un buon momento, ma guai ad abbassare la guardia. Il campionato è lunghissimo e la concentrazione deve rimanere alta. E’ il capitano bianconero Dario D’Ambrosio a indicare la strada alla Robur.

IL PERIODO POSITIVO. “Veniamo da ottimi risultati, alcuni meritati, alcuni fortunosi. Ma la fortuna devi andartela a cercare. I risultati, con le prestazioni che stanno arrivando, danno fiducia e aumentano l’autostima. Ogni cosa, anche la più difficile, riesce meglio”.

I PASSI IN AVANTI. “Sin dall’inizio ho sempre pensato che ci fossero ottime individualità in questa rosa. Anche nelle sconfitte abbiamo tirato fuori carattere e ogni partita abbiamo provato a vincerla. Ora siamo in crescita, anche se abbiamo ancora da migliorare, in particolare nella gestione di certi momenti. Va anche considerato però – e non vuole essere una giustificazione – che siamo una squadra nuova: quando cambi tanto ci vuole tempo”.

PRO PIACENZA. “Sapevamo che loro sarebbero partiti aggressivi e nel primo tempo abbiamo un po’ faticato. Ma non potevano durare 90 minuti e noi siamo venuti fuori. Non ci è venuta qualche giocata, qualche uscita, che avevamo preparato, ma volevamo a tutti i costi vincere la partita e per fortuna ci siamo riusciti”.

DIFESA A TRE. “Alla fine i concetti sono gli stessi della difesa a quattro, non cambia molto. Dopo un periodo poco felice preferiamo guardare più al risultato che al gioco, a dare continuità ai risultati. Con questo sistema stiamo facendo bene e noi siamo pronti a interpretarlo finché il mister lo vorrà. Sì, io gioco a sinistra: stanzio a centrosinistra anche nella difesa a quattro. Mi ci trovo bene. Fisicamente sta andando bene, qualche dolore ce l’ho ancora, prima o poi andrà via”.

L’ARZACHENA. “Loro non stanno attraversando un buon momento, ma questo non deve toccare i nostri pensieri. In casa offrono sempre delle buone prestazioni, è un campo difficile, il loro. Devono cercare di salvarsi a tutti i costi. Queste squadre danno tutto quando giocano in casa. E soprattutto quando affrontano avversarie, come noi, dal nome un po’ altisonante. Danno qualcosina in più per fare bella figura. Noi lo sappiamo e dobbiamo prendere le contromisure. Dobbiamo lavorare e stare uniti. E dobbiamo vincere”.  

LA DOPPIA TRASFERTA. “Era meglio spezzarla ma questo è e lo accettiamo. Andremo in Sardegna on lo spirito giusto, per portare a casa sei punti, sempre meglio giocare che allenarsi. Non è facile recuperare in breve tempo, ma lo facciamo. Il campionato? E’ strano, per varie vicissitudini, e ancora è presto per giudicarlo. Noi dobbiamo andare avanti di partita in partita, passo dopo passo: il cammino è ancora lungo”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fol