D’Ambrosio: “Onorato del prolungamento del contratto, qui c’è ambizione e lungimiranza”

C’è solo e soltanto un capitano. Dario D’Ambrosio si lega nuovamente al Siena, stavolta in modo praticamente definitivo visto che ha firmato fino al 2023 (quando avrà compiuto 34 anni). “Sono felicissimo, per me è un onore – spiega il capitano in conferenza stampa – avevo altri due anni di contratto, abbiamo allungato di altri due anni. Colgo l’occasione per ringraziare la società, e per rimarcare una cosa: realtà del genere non se ne vedono in giro, soprattutto in serie C. Con questa società si può solo che sperare bene, credo che la piazza debba essere orgogliosa. Non ci sono società così lungimiranti, che non pensano solo al presente. Qui ci sono ambizioni e progetti seri, mi auguro che i tifosi si possano avvicinare ancora di più, venendo allo stadio”.

L’obiettivo della Robur? “Migliorarsi rispetto agli anni precedenti – risponde D’Ambrosio – qui c’è un gruppo di 6-7 giocatori che ha perso una finale playoff, gli obiettivi sono per forza alti. Poi è giusto pensare di domenica in domenica”. Il capitano, intanto, sta smaltendo i problemi che si è trascinato lo scorso anno. Problemi che “non mi hanno permesso di cominciare con la squadra e di essere al 100%. Adesso la preparazione sta andando bene, sto ancora risolvendo qualche problemino ma sono lontani i momenti che ho sofferto l’anno scorso”.

Una battuta sul mister, “che fa del lavoro il suo pane quotidiano, non posso che parlarne bene. Ha avuto un ottimo impatto con la squadra”, e un commento sulla gara di domenica col Mantova. “La Coppa Italia è una competizione ufficiale e quindi ci aiuterà ad alzare l’asticella a livello mentale. Ci teniamo a fare bene contro una squadra che lotta per la vittoria della Serie D”. In chiusura, un accenno alle avversarie da battere. “C’è il Monza, che è la favorita, e poi qualche sorpresa che spunta ogni anno. Sarà un campionato di livello, difficile. Ma più che le altre squadre, conta quando possiamo dare noi. Ci vorrà del tempo affinchè tutti i tasselli si uniscano, ma ci sono tutti i buoni propositi per fare una buona stagione”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL