CURCI: ORA DEVO PENSARE SOLO AL SIENA

Siena-Roma un match particolare per Gianluca Curci, che con i colori giallorissi è nato e cresciuto:  “È una strana sensazione solo a pensarci –rivela il portiere in un’intervista al sito ufficiale de club toscano-  mi immagino che effetto farà”. Tanti gli amici lasciati nella Capitale: “Mi sento spesso con molti di loro, da De Rossi a Perrotta, da Aquilani a Cassetti: dopo tutti questi anni passati ad allenarmi e giocare insieme, trovarmeli di fronte da avversario sarà davvero emozionante e singolare. Spalletti? Saluterò tutti volentieri, non ho problemi con nessuno né porto alcun rancore”. Archiviato il passato,ora c’è solo la formazione bianconera, come sottolinea lo stesso Curci: “Tutto questo dovrà durare il meno possibile, ora devo pensare solo al Siena”. Poi una battuta sull’impegno di domenica: “Non sarà facile. Certe difficoltà iniziali non devono ingannare, perché sono legate alla necessità di far assimilare i meccanismi di gioco ai nuovi arrivati e agli infortuni. Con l’arrivo delle vittorie –continua l’ex portiere giallorosso–  si rimetterà tutto a posto, perché la Roma è una squadra forte che gioca molto bene, con singoli in grado di fare la differenza in ogni momento”. Alla gara non prenderà parte Francesco Totti, arma in più dei giallorossi: ” Totti, in una parola, è l’attacco della Roma. Fa reparto da solo e chi gioca insieme a lui se ne accorge ancora di più rispetto agli avversari”. Roma che torna a Siena dopo la cocente sconfitta della passata stagione, dove i padroni di casa si imposero con un secco 3-0, con un auspicio: ” Quei tre punti potevano farci molto comodo, ma il Siena giocò meglio e meritò la vittoria. Ora spero che il risultato si ripeta, anche se sono consapevole che sarà molto difficile. Affrontiamo un avversario in crescita e reduce da due successi importanti, servirà una grande impresa per fare risultato”.

Fonte: www.gianlucacurci.it