Cosmi: Con l’Atalanta gara importantissima

“Se per l'Atalanta la gara contro il Siena è importante, per il Siena la gara contro l'Atalanta è importantissima”: a Serse Cosmi non sono certo sfuggite le dichiarazioni di battaglia, sportiva ovviamente, uscite dalle mura di Zingonia. I nerazzurri vogliono cancellare con un successo le tre sconfitte consecutive incassate, ma la Robur non andrà a Bergamo per fare da comparsa. "Non ci presentiamo alla sfida con una classifica tranquilla – afferma il mister bianconero – abbiamo due punti e dobbiamo continuare a muoverla”. Cosa che non è riuscita alla sua squadra, contro la Juve. Anche se lo avrebbe meritato. “Dalla gara con la Juventus – spiega Cosmi -, sono arrivati segnali sicuramente positivi. Ma è solo l'ultimo punto di riferimento. Grazie alla pausa, con i miei collaboratori e con i ragazzi abbiamo fatto una prima analisi della stagione, un monitoraggio a 360 gradi, per vedere l'evoluzione avuta in questi mesi di lavoro. Il risultato è incoraggiante. Ma il tempo corre ed è già il momento di rituffarci in campionato”. Per il bilancio successivo ci sarà da aspettare. “Non lo faremo prima delle vacanze di Natale – dice l'allenatore della Robur -, perché ci aspettano due mesi che possono dire tanto sul nostro campionato. Nelle prossime sette partite affronteremo avversari della nostra fascia, è indiscutibile, ma non vorrei che si creassero di troppe convinzioni, nel bene e nel male. Le stesse squadre che affronteremo penseranno la stessa cosa di noi… Non si tratta di un ciclo definitivo. L'importante sarà affrontarlo nella maniera giusta, come dovremo fare per tutto il campionato”. E domani, allo stadio Atleti Azzurri d'Italia, una vera bolgia, per l'occasione. “Ci sono piazze in Italia che, se le cose non vanno nel verso giusto, sono disgreganti. Bergamo, che conosco molto bene, è esattamente l'opposto: è una delle pochissime piazze che nei momenti difficili si compatta. Sono strasicuro che dalle tre sconfitte incassate i nerazzurri avranno ricavato tutta la forza possibile. La squadra può contare su una grande tifoseria, ha alle spalle una società ottima, l'allenatore conosce benissimo la realtà in cui vive. Il che rende il gruppo unito”. “Noi non siamo spaventati – aggiunge Cosmi -, ma consapevoli di cosa ci troveremo davanti. Ma la certezza del risultato non c'è per nessuno”. Alessandro Rosina non ce l'ha fatta: per il mister una perdita pesante… “Destino vuole che quando manca Zé Eduardo (il brasiliano è squalificato ndr), manchi anche Rosina. Così è successo con la Lazio… Mi dispiace perché Zé Love è stato ammonito in maniera stupida, per proteste, e siccome di gialli ingenui, tutti uguali, se ne è presi tanti, bisogna inizi a riflettere che non è un caso… Ha un carattere particolare, ma è predisposto a capire, a correggere dove sbaglia, nelle reazioni, nel modo di stare in campo, in tutto insomma. Il gruppo lo ha accolto bene, così come bene si è integrato nella nuova realtà, ha solo bisogno di sentirsi protagonista per esprimersi al meglio. Io sono fiducioso”. “Senza di lui e Rosina – chiude Cosmi -, saranno allora altri giocatori a vestire la maglia titolare. Non dico chi, ma le possibilità sono Valiani, Reginaldo e Mannini”. (Angela Gorellini)

 

 

Fonte: Fedelissimo on line