Corriere di Siena, Ponte: Vedo lo spirito giusto nei giocatori”

E' un bell'inizio veramente si comincia con quello che sembra un torneo del Granducato. E poi addirittura il destino ci ha messo subito contro la Carrarese (ex squadra di Ponte, ndr), cosa peraltro già successa qualche tempo fa con la Lucchese. Per me si incrociano i ricordi, ma preferisco parlare dell'attualità". Dopo il primo mese, secondo il numero uno dei bianconeri, si potrà già fare un mini-bilancio. "Queste quattro partite – aggiunge Ponte – serviranno subito per capire a che punto siamo e che lavoro abbiamo svolto in questa estate. Siamo convinti di aver creato un bel gruppo, ma solo il campo potrà dare risposte. Dopo il primo mese sarà possibile tracciare un primissimo bilancio. L'unica cosa che un po' ci rammarica è non essere riusciti a giocare la prima giornata fuori casa: stiamo facendo alcune sistemazioni in tribuna coperta e per il 6 non tutto sarà pronto. Stiamo facendo un investimento per migliorare l'accoglienza di chi ci dà una mano, purtroppo ci sarà qualche problemino dal punto di vista". Quello che conta, però, sarà il campo e li Antonio Ponte vede cose positive. "Direi che si è formato un bel gruppo, siamo riusciti con il ritiro sull'Amiata e la sistemazione di molti giocatori a Cerbaia, a ricreare quello che è accaduto lo scorso anno a Cennina. Vedo lo spirito giusto nei giocatori di aiutarsi l'uno l'altro, l'equilibrio fra esperienza e entusiasmo. Direi che tutto mi fa ben sperare, fondamentale per me è che tutte le piccole cose poi funzionino. Sappiamo bene che non si vince da soli, ma con il gruppo. Spero che adesso arrivi anche l'entusiasmo dei tifosi, abbiamo sempre l'ambizione di superare la quota di abbonamenti dello scorso anno. Un impulso spero arrivi dalla presentazione (stasera, ndr), durante la quale potrebbe esserci anche una sorpresa dal mercato, ma non voglio anticipare niente".

Fonte. Corriere di Siena