Corriere dello Sport: Siena beffato al 96′

Il tabù è sfatato. A distanza di oltre sessant'anni dall'ultima vittoria casalinga sul Síena, il Novara riesce nell'impresa di superare i bianconeri. Una vittoria giunta quando ormai più nessuno ci sperava e che regala agli azzurri i primi tre punti. Se Aglietti aveva chiesto una reazione alla debacle di Avellino, in campo la squadra ha saputo dare la giusta risposta. La vittoria sul Siena promuove i nuovi innesti, rappresentati da Mori e Nava é allo stesso tempo conferma il tridente offensivo, formato da Lazzari, Gonzalez e la' new entry Comi, la cui incornata decisiva vale i tre punti. Sembrava fatta per Beretta, quando a cinque minuti dal termine il suo Siena già assaporava il pareggio. Nel giro di cinque minuti il tutto però svanisce. Prima l'espulsione per qualche parola di troppo all'arbitro e poi la doccia fredda firmata Comi, che condanna i bianconeri alla prima sconfitta stagionale. Contro gli azzurri il tecnico lombardo ripropone il 4-3-3, lasciando in panchina Vergassola e mandando Rosina in (tribuna. D'Agostino scalda subito le mani a Kosicky su; punizione. E Siena sembra esserci, ma con il passare dei minuti deve fare i contri col ritorno del Novara. E' di Lazzari la rete del vantaggio a inizio ripresa. Ma Pulezetti è abile a involarsi sulla fascia e a superare l'incolpevole Kosícky. Quando il risultato sembra segnato, ci pensa Comi, nell'ultimo minuto di extra time, a gelare,Beretta.

Fonte: Corriere dello Sport