Corriere dello Sport: Le trattative della serie A

Massimo Donati (30) e il Palermo, una trattativa che non è ancora decollata, ma che corre su binari sotterranei: potrebbe cominciare ad emergere alla luce del sole in questa settimana, dopo che contatti ufficiosi ci sono stati, ma non direttamente tra i due club. Mutti ha avuto Donati al Bari nella disperata rincorsa alla permanenza in A fallita nella scorsa stagione. Ed era stato Giorgio Perinetti, ds del Bari nel 2009, a tessere la tela con il Celtic per riportare in Italia il centrocampista: Perinetti destinato a tornare in rosanero, dove è stato all’inizio degli Anni Novanta. Ora il ds del Bari Angelozzi aspetta un’offerta pwer valutarla: arriverà. 

CESENA, una punta, un esterno e….. – La società romagnola comincerà a stringere la trattativa con la Sampdoria Rinaudo va al Novara Tottenham e Swansea su Saponara dell’Empoli Al via la trattativa per Donati al Palermo per cedere a Genova Eder (25) e provare a riportare a casa Nicola Pozzi (25) – che in Romagna è cresciuto – assieme all’esterno sinistro Zsolt Laczko (25). E per Marco Parolo (26) la corsa per gennaio, seppur complicata, non si ferma. C’è il Cagliari, ma per ammissione dello stesso presidente Campedelli a Sky Sport 24 «anche Udinese, Lazio e Fiorentina seguono il ragazzo non da ora» . Il problema è il prezzo. E il numero della società romagnola si aggancia alla valutazione di 10 milioni assegnata a Maxi Lopez per dire: «Ecco, noi con dieci milioni un po’ di resto per Parolo lo diamo» . A centrocampo piace Gianni Munari (28), che interessa anche a Bologna, Chievo e Novara. Avanti con il Napoli per lo scambio Candreva (24)- Santana (30). 

 GHIRARDI GUARDA AL FUTURO– E’ proprio il caso di dire che l’ad Leonardi e il ds Preiti hanno portato a buon fine una interessante operazione per la prossima stagione, con l’avallo del presidente Ghirardi: riguarda Sotiris Ninis (21), che salvo clamorosi colpi di scena dovrebbe arrivare in scadenza di contratto. Ninis è il giovane talento del Panathinaikos seguito da diversi club Europei anche in Germania e in Spagna. Ha una clausola rescissoria di 10 milioni con l’estero, ma il suo contratto è ormai in scadenza e i gialloblù sono in pole per chiudere l’operazione tra sei mesi: i bene informati dicono che a quel punto ci saranno solo da sistemare minimi dettagli con il ragazzo. 

TONI, PIU’ ESTERO. E AMAURI… – Luca Toni (34) sta valutando seriamente le offerte arrivate dall’estero e quelle che potrebbero arrivare, al di là delle possibilità che potrebbero aprirsi in Italia tra Cagliari, Cesena e Siena, ma che l’attaccante della Juve valuterà solo a fine mercato. Si è mosso il mercato statunitense con offerte da Montreal e da Seattle, anche il Wolfsburg è attentyo all’evolversi della situazione, in Brasile ci sono Recife e Gremio, in Francia il Marsiglia. Alcune trattative si intrecciano anche con quelle per Amauri (31) su cui resta comunque molto viva la Fiorentina. 

 NUOVE SIRENE INGLESI IN ITALIA– Si chiama Riccardo Saponara (20), è un talento italiana di scuola Empoli, quindi una delle migliori nel nostro Paese: lo seguiva il Parma tempo fa, e probabilmente non ha smesso di farlo. Sull’attaccante esterno del club toscano si sono mosse con sondaggi Tottenham e Swansea. 

 BOLOGNA E NOVARA, LE NOVITA’– Matteo Rubin (24) oggi farà l’ultimo allenamento a Parma e domani si unirà al gruppo di Pioli a Bologna. Ha detto sì al Novara Leandro Rinaudo (28), che si aggregherà al gruppo nelle prossime 48 ore. 

 ALTRE TRATTATIVE– Santiago Silva (31) sta per lasciare l’Italia per la seconda volta senza lasciare traccia, se non un gol alla Roma: è a un passo dal Velez. Si parla di Gianluca Curci (26) per il dopo Andujar a Catania, Robert Acquafresca (24) pare sempre più vicino al ritorno a Cagliari. Il centrocampista della Sampdoria Roberto Soriano (20) piace in serie A, ma le uscite in casa doriana dovrebbero essere altre e quindi il centrocampista italo-tedesco dovrebbe restare con Iachini. Lecce, Cagliari e Siena, comunque, tengono alta la guardia e se dovesse aprirsi uno spiraglio sarebbero pronte e scattare.

Fonte: Corriere dello Sport – Stadio