Corriere dello Sport: Il Siena si toglie lo sfizio

LIVORNO (3-4-1-2): Mazzoni 6; Bernardini 6 Emerson 5,5 Valentini 5,5; Gemiti 5,5 Schiattarella 6 Benassi 6 (13' st Ceccherini sv) Lambrughi 5,5 (9' st Piccini 6,5); Belingheri 6; . Dionisi 5,5 Paulinho 6. A disp.: Bardi, Aldegani, Decarli, Siligardi, Bartolini, Biasci, Greco. Ali.: Nicola 6
SIENA (4-3-3): Lamanna 6; Angelo 6 Morero 6,5 Crescenti 6 Dellafiore 6; Pulzetti 6 Vergassola 6,5 (34' st Mannini sv) Schiavone 5,5; Rosina 6 (32' st Giacomazzi sv) Paolucci 6,5 (13' st Scapuzzi 6), Giannetti 6. A disp.: Farelli, Pegolo, Valiani, Rossetti, Spinazzola, Redi, Mulas. Ali.: Beretta 7
ARBITRO: De Marco di Chiavari 6. Guardalinee: Meli-Schenone. Quarto uomo: Pinzani
MARCATORE: 43' pt Angelo AMMONITO: Schiattarella (L)
NOTE: paganti'3.582, incasso 14.395,00. Angoli 5-5. Recupero pt 1; st 3'

LIVORNO – Passa il Siena che affronterà il Bologna. Niente da dire, una vittoria meritata per i bianconeri. Viene presentato il… vecchio Livorno con soltanto due eccezioni: Valentini in difesa, Benassi a centrocampo.

PRIMO TEMPO – Dura, molto dura, giocare alle 17 di un giorno di metà agosto con il mare invitante a due passi dall'Ardenza. Eppure il contorno del pubblico per il derby Livorno-Siena è discreto, le due squadre ci danno dentro e cercano di mantenere alto il ritmo. Un gioco accettabile considerato il momento di preparazione attuale. Nicola opta per un centrocampo di cursori con Schiattarella, Lambrughi, Gemiti e con Benassi in cabina di regia. Il Siena di Mario Beretta presenta un funzionale 43-3 molto elastico e pronto a mettere in difficoltà la difesa amaranto quando il gioco diventa più offensivo.
Dopo un minuto il Livorno potrebbe passare subito in vantaggio se Paulinho da pochi passi non calciasse a lato un invito di Dionisi. Clamoroso. Il Siena si riorganizza e spinge in avanti con Paolucci e Rosina, ottiene due angoli, mette sotto pressione la difesa amaranto che-al 6 rischia di capitolare su tiro di Rosina che finisce di poco a lato. Una punizione di Paulinho al 12' per fallo ai suoi danni commesso da Morero colpisce la traversa. Ancora Paulinho al 28' approfitta di uno svaríone di Morero per tirare in porta mandando la palla a sfiorare il palo sinistro. Al 35 Mazzoní interviene sul tiro di Rosina. Una legnata di sinistro di Gemiti al 40' viene respinta con i pugni da Lamanna sempre attento.
Il vantaggio del Siena al 43'. Lo realizza Angelo con un sinistro tagliato che s'insacca alla destra di Mazzoni, rimasto sorpreso.

RIPRESA – Nessun cambio nei due schieramenti. Lascena è sempre del Siena che sfiora il raddoppio in due circostanze: al2' quando Giannetti tocca in area e Mazzoni è pronto a deviare rasoterra e al 4' quando Rosina tira forte all'incrocio sinistro e il portiere livornese devia in angolo in acrobazia. La reazione del Livorno è decisa ma non porta a niente di speciale; Nicola al 9' inserisce Piccini a destra e sposta Gemiti a sinistra riportandolo nella sua posizione. Il gioco cresce. E' proprio Piccini al 12' con un doppio passo a sfiorare il pareggio. La palla viene neutralizzata.

Il derby è sempre vivo. Ma il Livorno non riesce a trovare lo spunto vincente perché troppo impreciso in fase di realizzazione. Lamanna para un tiro di Dionisi al 20' e il Livorno cerca con ostinazione il pareggio. Ci prova Emerson due volte dalla lunga distanza e Paulinho al 39' entra in area ma il suo tiro è fuori di poco.

Fonte: Corriere dello Sport