Corriere dello Sport: II Carpi si copre Siena a secco

Siena (3-4-2-1): Lamanna 6; Ceccarelli 6 Giacomazzi 6,5 [43'stThomas sv] Belmonte 6; Angelo 5,5 Valiani 6 Pulzetti 5,5 Feddal 6 [14' st Spinazzola 65); Rosina 6,5 Scapuzzi 6 [20' st Rafa lordà 5,5); Rosseti 6. A disp.: Farelli, Dellafiore, Matheu, Schiavone, D'Agostino, Cappelluzzo. All.: Beretta 6
Carpi (4-1-4-1): Colombi 7; Pasciuti 6 Pesoli 6 Romagnoli 6,5 Gagliolo 6; Bianco 6; Concas6 Memushaj 6 Lollo 5,5 [47DeVitis sv) Di Gaudio 5,5 [26' st Legati 6]; Sgrigna 6,5 (39'st Inglese sv]. Adisp.: Kovacsik, Poli, Sperotto, Kiakis, Acosty, Ardemagni. Ali.: Pillon 6.
Arbitro: Sala di Palermo 5. Guardalinee: Manzini eCalò. Quarto uomo: DIBELLO.
Ammoniti: Bianco (C), Concas [C), Angelo (S) per gioco falloso; Rosseti (S) perproteste.
Note: incasso di 4.205,00 euro; abbonati 5.058 per un rateo di 27.707,00. Angoli:11 3 per il Siena. Rec.: 0' pt, 3' st.

di Massimo Boccucci

L'austerity stavolta il Siena la conosce pure sul calcio perché comincia a risparmiare sul ritiro, pasti compresi, ma anche sui gol. Al Franchi non era mai successo di vederei bianconeri a secco di reti; aggiungendo che nelr itomo avevano fin qui ottenuto 5 vittorie in 6 partite. C'è riuscito il Carpi a imbrigliarli, reggendo bene per quasi un'ora. Un problema in questo rush finale Beretta ce l'ha: la squadra ha segnato una volta in 4 gare. Perciò il tecnico ha rispolverato Scapuzzi titolare dopo oltre 6 mesi. La carta, però, non è bastata Pillon, uomo di sostanza, ha puntato tutto sugli equilibri lasciando fuori Ardemagni per trovare la compattezza che gli ha permesso di uscire indenne.

SVOLTA MANCATA. Non è stato un gran vedere in partenza. Il Carpi ha giocato blindato infilandosi in qualche spazio con Sgrigna. La svolta potrebbe materializzarsi al 22' quando Feddal dalla sinistra alza la palla e incrocia il braccio sinistro di Concas visibilmente largo: i due non sono distanti però il tocco è netto, e l'arbitro valuta che non è rigore. I senesi protestano ancora al 28' sul rude duello in area tra Romagnoli e Giacomazzi ma pure qui Saia tira dritto. Il Carpi ha un solo sussulto vero con l'assolo di Sgrigna per il tiro fuori da brividi (18').

IL FORTI NO. La gente bianconera si spazientisce con l'arbitro perché il gioco è spezzettato e i carpigiani sono ruvidi. Nella ripresa il Siena progressivamente aumenta i giri e attacca con insistenza. Ma serve qualcosa di più. Solo Rosina può: punizione al 13' e palla in angolo con il Carpi che suda freddo, altro calcio piazzato del fantasista al 35' e Colombi salva. Brutta cosa l'impotenza e fiato sospeso sul guizzo nel recupero di De Vitis con palla fuori.

Fonte: Corriere dello sport