Coppa Italia: le decisioni del giudice sportivo

Il Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel dopo le gare del secondo turno di Coppa Italia ha assunto le  decisioni qui di seguito riportate:

SOCIETÀ

Ammenda di € 3.000,00 : alla Soc. TERNANA
per avere sui sostenitori indirizzato continuativamente, nel corso della gara, ad un calciatore della squadra avversaria grida e cori insultanti.

Ammenda di € 500,00 : alla Soc. BENEVENTO
per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso nel proprio settore un fumogeno e lanciato nel recinto di giuoco un fumogeno ed un petardo; sanzione attenuata per avere la Società concretamente operato con le forze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 500,00 : alla Soc. SIENA
per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, acceso nel proprio settore due fumogeni; sanzione attenuata per avere la Società concretamente operato con le forze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 200,00 : alla Soc. PORDENONE
a titolo di responsabilità oggettiva, per aver ingiustificatamente ritardato l'inizio della gara di circa tre minuti.

CALCIATORI

Tre turni di squalifica per Nolè (Ternana), due giornate invece a Alfageme (Ternana) e Calzi (Pro Patria).

Un turno invece ai seguenti calciatori:
Alhassan (Latina), Bencivenga (Lecce),Caracciolo (Cremonese), Corticchia (Vicenza), Finotto (Monza Brianza), Meccariello (Ternana), Pesoli (Carpi),Rizzo (Pescara), Onescu (Grosseto), Rais (Savona), Scipioni Stefano (Teramo), Serafini (Pro Patria), Zanardo (Pordenone).

ALLENATORI

Squalifica per una giornata effettiva di gara a Asta Antonino (Monza Brianza):
per avere, al 48° del secondo tempo, contestato platealmente l'operato degli Ufficiali di gara indirizzando loro un ironico applauso ed espressioni ingiuriose.

Fonte: Fedelissimo Online