CONTE: SE VOGLIAMO POSSIAMO


Mister Conte avverte i suoi: non sarà facile, ma se la Robur giocherà come sa, i problemi maggiori li avrà il Livorno. Di mercato il mister bianconero prefrisce non parlare. Nella conferenza di presentazione del derby, parla invece della formazione che ha intenzione di mettere in campo, con qualche, possibilie, novità.
Le condizioni della Robur alla vigilia del derby?
“Bolzoni non è a disposizione; Rossi, Vergassola e Larrondo sì. Genevier andrà a giocare con la Primavera. Non siamo in tanti, 19 compreso Brandao, ma meglio così, mi tolgono un peso”.
Come valuta la vostra prossima avversaria?
“Il Livorno in queste ultime partite si è mangiato tantissimo. Contro Sassuolo, Albinoleffe e Padova i labronici hanno fatto solo un punto eppure sono a ridosso del Siena, a testimonianza che l’organico è di livello: Spinelli, lo ha dichiarato apertamente, vuole la serie A. Il Livorno è una diretta concorrente che nelle ultime tre partite ha avuto un calo di risultati mentre noi abbiamo conquistato sette lunghezze. La differenza è tutta lì. L’ossatura è di valore, soprattutto nel reparto difensivo. Tavano è un giocatore che può sorprenderti da un momento all’altro, Dionisi è lo stesso un ottimo giocatore, o Iori prelevato dal Chievo, Luci, che conosco bene per i trascorsi juventini; gli esterni Surraco e Schiattarella sanno il fatto loro. Sarà una gara da affrontare con grande cattiveria agonistica”.
Che partita farà il Siena?
“Il Siena dovrà avere il piglio giusto, per fronteggiare una squadra che fuori casa ha sempre centrato grandi prestazioni. Noi dovremo fare la nostra partita, se vogliamo possiamo, come dico sempre ai ragazzi. Massimo rispetto per il Livorno, ma siamo il Siena e dobbiamo fare il Siena”.
Vergassola ci sarà?
“Simone ha ripreso ad allenarsi, è a disposizione, ma noi abbiamo fatto bene con e senza Vergassola. I giocatori sono tutti importanti. Carobbio non è stato impiegato per tanto tempo e sta facendo molto bene. Simone è il nostro capitano, ma viene da un infortunio, ha bisogno di recuperare la migliore condizione. Quindi partirà dalla panchina. Metto sempre in campo la formazione migliore, quella che mi dà maggiori garanzie”.
Brienza partirà dalla fascia?
“Lo utilizzerò dove penso possa far più male. Se parte da una posizione defilata riesce a trovare gli spazi e allora è devastante, se parte in mezzo dà maggiori punti di riferimento agli avversari. Quando ha giocato a ridosso della punta, a Reggio Calabria o in casa con il Frosinone, gli avversari lo limitano con maggiore facilità. In questi giorni ho provato Reginaldo di punta, il suo ruolo naturale, che gli piace e dove sono sicuro può fare benissimo”.
Mentre non si sono registrati movimenti di mercato nel Siena, le altre squadre si sono rafforzate…
“Questo non deve impensierirci. E’ vero l’Atalanta, pur essendo in vetta, ha preso diversi giocatori tra cui Marilungo. Al Torino sono arrivati Antenucci e Gabionetta. Anche il Novara si è mosso con l’arrivo di Parola, ex Cagliari, e Pinardi. Ma noi dobbiamo guardare in casa nostra: i ragazzi stanno facendo bene e sono i migliori giocatori che io potrei avere in questo momento. Parlare di mercato comunque, non mi fa piacere: a tempo debito ho parlato con il presidente e con il direttore, sanno qual è il mio pensiero, io so quello che mi è stato risposto. Massima fiducia in questi ragazzi, che sono cresciuti molto come squadra, come compattezza. Plauso per quello che hanno fatto e faranno”.
La situazione di Paolucci?
“Preferisco i fatti concreti alle parole. Prenderò atto delle decisioni della società e valuteremo in maniera pratica la situazione. Ma chi gioca nel Siena deve giocare per il Siena, deve rispettare comportamenti e regole. Il bene della squadra deve essere al di sopra di tutto e tutti: qui si pensa con il ‘noi’ e non con l’ ‘io’. Il bene primario si chiama Ac Siena, poi viene il singolo. Se dovesse venire qualcuno che non sposa questo tipo di pensiero, meglio non arrivi. Chi viene non deve guardare a se stesso ma alla squadra”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line