Con il Sassuolo parte un minicampionato di dieci giornate, forza Robur!

Vendicare l’incredibile sconfitta dell’andata e mettere un altro importante mattone nella corsa alla promozione diretta. Non sono certo da poco gli obbiettivi della Robur per la gara di domenica pomeriggio, quando al Franchi arriverà il Sassuolo di Gregucci, in una prova generale di serie A visti giorno e orario. Scaramanzia a parte i bianconeri si troveranno di fronte un avversario tosto, in crescita ma allo stesso tempo in piena lotta per non retrocedere. I 37 punti in classifica, due di vantaggio sulla zona playout, non sono certo un bottino che mette al sicuro i neroverdi dalla bagarre della lotta per non retrocedere, per di più adesso, che il bomber Bruno ha terminato la propria stagione per l’ennesimo infortunio del suo sfortunato primo anno in maglia Sassuolo. Per i bianconeri questa assenza non può che essere un vantaggio visto che il centravanti campano all’andata realizzò un pesante doppietta in 19 minuti, prima di uscire poi per un problema fisico. La Robur non deve però sottovalutare l’avversario visto che ultimamente l’undici della provincia modenese ha reso la vita dura sia all’Atalanta, perdendo per colpa di un gol palesemente irregolare in ‘comproprietà’ tra Del Vecchio e Barreto, sia al Novara, imponendo lo zero a zero al Piola.

Tra le fila dei padroni di casa dovrebbe tornare Terzi dopo la squalifica e davanti è previsto un ballottaggio tra Caputo e Mastronunzio come spalla di Calaiò. In più è ormai pronto e scattante Kamata, protagonista giovedì nel corso della partitella contro la Primavera di Mignani. Quella di domenica è solo la prima di un mini campionato composto da dieci, impegnative, giornate, al termine delle quali si conoscerà il verdetto tanto atteso: la Robur ha però tutte le carte in regola per vincere e continuare il cammino all’inseguimento del suo grande obbiettivo. (Guido De Leo)

Fonte: Fedelissimo Online