COMUNICATO DEL TERZO DELLA ROBUR

Fratelli Bianco Neri,

questo appello è rivolto a Voi che avete nel cuore la nostra stessa passione,  a Voi che volete combattere fino al giorno in cui la matematica non ci dirà ufficialmente che siamo retrocessi, a Voi che avete sempre pensato che i sogni possono e devono essere sempre la fonte inesauribile della nostra linfa vitale.

Domenica in occasione del derby occorre essere tutti compatti, un’unica voce che dalla Curva Robur si alzi potente e massiccia, da far impaurire anche il più coraggioso degli empolesi in campo.

I nostri ragazzi che anche domenica vestiranno la gloriosa maglia della Robur devono sapere che accanto a loro ci sono almeno 4.000 persone pronte a combattere con loro, Noi per primi abbiamo l’obbligo di provarci e di non far mancare il nostro sostegno.

Per fare questo c’è bisogno di formare una muro massiccio al centro della Curva ed è in questa direzione che và il nostro appello:

Chiediamo a tutti i tifosi e a  tutti i Clubs che non sono in Curva Robur, di fare uno sforzo e venire tutti in Curva Robur a combattere fianco a fianco, ad incitare la squadra fino al 90° minuto, a ricreare quel 12° uomo in campo di cui siamo sempre andati fieri.

E’ tempo di combattere, è tempo di serrare le fila e di unirci in un’unica voce.

Domenica venite tutti in Curva Robur, mettiamoci fianco a fianco nel centro della Curva e facciamogli sentire che noi non ci meritiamo di retrocedere, facciamogli sentire cos’ è l’orgoglio Senese, facciamo in modo, che il derby di domenica sia ricordato come la partita della rinascita e non come la partita del Nostro funerale.

Fonte: Terzo della Robur